UN’AUTO ALL’ASS.CONTRO I TUMORI
PER IL TRASPORTO MALATI,
DONO DI CANCRO PRIMO AIUTO

cancro primo aiuto Antonio Bartesaghi con Flavio Ferrari consegna una targa e le chiavi a Paola AvanzaLECCO – Un’auto nuova per trasportare gli ammalati di cancro dal proprio domicilio al reparto di Radioterapia dell’Ospedale Manzoni. E’ quella che Cancro Primo Aiuto Onlus ha donato alla sezione lecchese dell’Aicit (Associazione intervento contro i tumori), gruppo Katia Corti.

La consegna è avvenuta quest’oggi, 23 marzo, presso la concessionaria Autotorino di Valmadrera. Si tratta di una Hyundai i20 di cui l’associazione lecchese aveva bisogno per continuare il suo servizio. A ricevere le chiavi dell’auto era presente il presidente dell’Aicit lecchese, Paola Avanza, insieme ad alcuni consiglieri; le sono state consegnate dal vicepresidente di Cancro Primo Aiuto Antonio Bartesaghi, responsabile per l’area lecchese della Onlus, insieme ai consiglieri locali Luigi Colombo e Domenico Ceppi e all’amministratore delegato Flavio Ferrari.

«La consegna di quest’auto – ha dichiarato Bartesaghi – è un segno importante della collaborazione tra associazioni che lavorano sul territorio per il bene degli ammalati. E’ doveroso riconoscere l’eccellenza anche delle altre e permettere che svolgano al meglio il loro lavoro. Ecco perché Cancro Primo Aiuto ha deciso di dare una mano all’Aicit che ha scelto di concentrare la propria azione nel trasporto gratuito di pazienti bisognosi di recarsi in ospedale per sottoporsi alle cure necessarie».
E’ la terza vettura che la Onlus brianzola consegna all’Aicit; la prima fu donata nel 2006, la seconda un paio di anni fa.

cancro primo aiuto Foto di gruppo alla consegna dell'auto

 

 

Pubblicato in: Città, Hinterland, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati