VA IN ARCHIVIO UNA RESEGUP 2014 DAI GRANDI NUMERI

LECCO – Archiviata l’edizione 2014 della ResegUp. Quella di sabato 7 giugno è stata per l’intera città di Lecco una giornata di grande sport, culminata con il successo di due formidabili atleti, Ionut Alin Zinca ed Emelie Forsberg, che mettono così la loro firma sull’albo d’oro della manifestazione aggiudicandosi l’edizione numero cinque.

Una ResegUp dai grandi numeri e dalle infinite soddisfazioni per gli organizzatori della 2Slow, come conferma il presidente Paolo Sala: “è andato tutto benissimo direi. Siamo pienamente soddisfatti sia per l’affluenza che per i commenti ricevuti e per l’aspetto tecnico della corsa. L’unica difficoltà è stata rappresentata dal caldo, ma questo bisogna metterlo in preventivo e fa parte della gara”.

SAMSUNG CSCPer la prima ci si è ritrovati a fare i conti con 800 partecipanti, un obiettivo importante ed una prova superata a pieni voti: “E’ stato un grosso traguardo e siamo riusciti a gestire bene tutti gli aspetti, soprattutto per quanto riguarda l’organizzazione “a terra” diciamo, per la quale sono state fondamentali le docce mobili utilizzate e la consegna dei pettorali già al venerdì sera che ci ha consentito di smaltire già in quella occasione metà del lavoro. Anche sul percorso tutto è andato per il meglio senza ingorghi. Da questo punto di vista è giusto sottolineare la scelta di passare sulla scalinata della basilica di San Nicolò che ha certamente agevolato i partecipanti rispetto alla strettoia usata nelle edizioni precedenti”.

La 2Slow non ha però intenzione di fermarsi e come anticipato già il giorno della gara l’obiettivo è ora quello di riuscire ad ospitare 1000 atleti. “Si, ci stiamo pensando” conferma Sala, “anche per fare cifra tonda. Di sicuro questo è il traguardo massimo da questo punto di vista, anche perché il percorso più di così non potrebbe ospitarne. Il problema è solo dal punto di vista organizzativo per riuscire a gestire le cose sempre al meglio nei minimi dettagli. Per quanto riguarda le adesioni abbiamo già visto quest’anno che come numero si riesce a raggiungere considerando tutti quelli rimasti nella lista d’attesa”.

Doverosi anche i ringraziamenti finali: “Il grazie più grande va a tutti i volontari che hanno prestato il loro aiuto e senza i quali una manifestazione del genere non si riuscirebbe neanche a fare. Ci tengo a ringraziare inoltre il circuito La Sportiva Gore-Tex Mountain Running Cup 2014, e chi ci ha sostenuto economicamente”.

Domenica mattina alle 11.30, nella sede del Politecnico di Lecco in via Previati, ci sarà la premiazione del vincitore del Campionato Universitario di Skyrace, vinto dal lecchese Marco Pennati, studente di Scienze Motorie a Milano. A lui verrà consegnato il il trofeo intitolato a Stephanie Frigiere.

 

 

Pubblicato in: Montagna, Città, Sport, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati