VELA: L’INTERLAGHINA
A LECCO PARLA RUSSO

interlaghina 2014LECCO – Sulle note della Banda Alessandro Manzoni Junior di Lecco è andata in scena domenica 26 ottobre presso la sede Canottieri la premiazione della seconda edizione dell’Interlaghina. Il Trofeo Banca Mediolanum, il Meeting internazionale di vela della classe Optimist organizzato dalla Società Canottieri Lecco è stato vinto dall’Accademia della Vela dello Yacht Club di San Pietroburgo che ha dominato nella categoria Cadetti, con i primi cinque posti della classifica, e con buoni piazzamenti nella classifica Juniores. La formazione russa degli allenatori Denis Rasumovich ed Elyshev Iliya è stata premiata da Nicola Rota Gelpi direttore del Family Banker Office di Lecco e dal vice questore di Lecco Mimma Vassallo.

interlaghina 2014Negli Juniores è arrivata la conferma del mandellese Riccardo Colombo della Lega Navale italiana di Mandello Lario (Lecco) che, con un primo e un secondo posto ha messo al sicuro la vittoria con tre punti di scarto su Angela Tritto del Circolo Vela Bellano che si è così classificata seconda e prima al femminile. Terzo classificato Paolo Peracca del Circolo vela Alto Lario di Gravedona (Como). I vincitori sono stati premiati dal questore di Lecco Alberto Francini.

Nei Cadetti, premiati dal sindaco Virginio Brivio, la dominazione russa dello Yacht Club di San Pietroburgo con Arkodiy Kamanov che ha vinto battendo il compagno Max Shaposhikow che era in testa dopo la prima giornata di regate e terminato secondo nella classifica generale. Terzo posto per Matvei Lobanov, regolare nelle sue prestazioni. Al femminile il successo è andato a Sasha Lukoyanova, classificatasi quarta.

In occasione della tre giorni di Interlaghina si è pensato anche ad assegnare dei premi speciali.

La coppa fair-play messa in palio dal Panathlon club di Lecco è andata simbolicamente alla “regata” e quindi consegnata da Luigi Baggioli del Panathlon al presidente della Canottieri Lecco Marco Cariboni. La coppa della Marina Militare Italiana è andata ad Alessandro Merlo della Lega Navale Italiana di Milano quale timoniere più giovane (9 anni) ed è sta consegnata dal capitano di fregata Marco Zonca; la Coppa del Coni di Lecco, consegnata dal comandante dei carabinieri di Lecco Rocco Italiano, è andata alla Lega Navale Italiana di Milano quale gruppo più numeroso con 14 atleti. Infine Eugenio Mellera, skipper e storico della vela, ha consegnato, commuovendosi, una Coppa da lui vinta nel 1957 sul Lago di Como quando aveva soli 14 anni alla più giovane velista del lago che ha partecipato alla regata e quindi la lecchese Denise Frigerio.

Elena Pescucci

Pubblicato in: Città, Lago, Sport, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati