VITA AUTONOMA PER I DISABILI
SABATO A LECCO I RISULTATI
DEL PROGETTO SOLEVOL

solevol passo dopo passoLECCO – Sabato 21 novembre, a Lecco, alle 15.45 presso il Salottone di San Giovanni (via don Invernizzi, 4), l’evento conclusivo del progetto “Passo dopo passo…Pietra dopo pietra”, durante il quale verrà presentato l’anno di attività formative, confronto, sperimentazione e di preparazione svolto al fianco delle famiglie per l’avvio di una vita autonoma dei figli con disabilità nella delicata fase del “dopo di noi”.

L’iniziativa sostenuta da So.Le.Vol., in collaborazione con la rete di associazioni attive nell’area disabilità ed enti promotori del progetto, si propone di sperimentare una nuova residenzialità per disabili al fine da consentire loro la possibilità di vivere una vita in autonomia. Il progetto “Passo dopo passo…Pietra dopo pietra”, avviato alla fine dello scorso anno grazie al Bando Volontariato 2014 del Coordinamento dei Centri di Servizio per il Volontariato Lombardi, Comitato di Gestione del Fondo Speciale e Fondazione Cariplo, vuole costituirsi quale punto di partenza attraverso cui stimolare una rinnovata consapevolezza verso il tema di welfare, centrale per molte famiglie e associazioni, ed elaborare nuove modalità d’intervento in tema di autonomia e residenzialità.

Durante il pomeriggio sarà proiettato un video-contributo che racconterà, attraverso testimonianze dirette di persone disabili, di operatori, di volontari e di genitori che hanno preso parte al progetto, la quotidianità dei weekend e iniziative realizzate dalla rete presso le strutture di residenzialità del territorio. A seguire sarà aperto un confronto per immaginare e proporre soluzioni a sostegno di queste specifiche situazioni, partendo da una riflessione sull’esperienza fatta sino ad ora dal progetto. Non si ferma dunque l’impegno di So.Le.Vol., non solo a sostegno delle associazioni di rete e degli enti promotori, ma anche al fianco dei cittadini preponendo iniziative e progetti che intendo fornire un aiuto concreto a sostegno dei bisogni della collettività.

 

 

 

 

Pubblicato in: Cultura, Città, Hinterland, Valsassina, Lago, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati