IL CAMPIONATO DI SERIE A
DA UN PUNTO DI VISTA STATISTICO

statistiche_calcio_1_fotolia_23086147Osservando le statistiche rispetto allo scorso campionato di serie A possiamo subito notare alcune differenza con questa stagione, nonostante ci sia da disputare ancora il girone di ritorno. I giochi per quanto riguarda la classifica non sono ancora fatti, il campionato, escludendo l’ultimo posto del Benevento, è ancora molto aperto, sia per la testa che per la coda della classifica. Tuttavia, osservando i dati statistici, possiamo già notare alcune differenze sostanziali. Abbastanza difficile che la Juventus riesca a replicare la prestazione della passata stagione, così come i 91 punti ottenuti, mentre gli 87 della Roma e gli 86 del Napoli quest’anno potrebbero essere sufficienti per giocarsi fino all’ultima gara di campionato la conquista dello scudetto. La Juventus lo scorso anno aveva pareggiato solo 4 partite, le stesse che l’Inter, attualmente in testa alla classifica ha già ottenuto, nel girone di andata. Diversa anche la situazione per quanto riguarda le migliori difese: Roma e Napoli, rispettivamente seconda e terza nella passata stagione, alla fine del campionato avevano incassato 38 e 39 reti. Finora invece hanno subito entrambe sono 10 reti. Ancora più netto il divario dell’Inter rispetto alla scorsa stagione: 49 reti subite, in totale, contro le 10 di questo girone d’andata.

È uno specchio parziale di quello che stiamo vivendo quest’anno. Tuttavia c’è una costante, ed è rappresentata dal fatto che il gruppo composto da Inter, Napoli, Juventus e Roma, nonostante i 16 turni disputati, quindi ancora pochi, ha già staccato il resto della classifica. La Roma di Di Francesco, attualmente quarta, ha già conquistato 11 punti di distacco rispetto al Milan di Gattuso. Un po’ troppi, se si considera che siamo ancora al girone di andata e che mancano 22 gare al termine del campionato. Ancora più netto il divario tra la testa della classifica composta dal terzetto di Inter, Napoli e Juventus e quello che invece conclude la coda con Spal, Verona e Benevento. La Juventus attualmente ha già capitalizzato 27 punti sulla Spal (18esima) : un punteggio enorme che rimarca le differenze tra le big del campionato e le piccole realtà che lottano per non retrocedere. In questo mucchio selvaggio, spiccano però le prove di una squadra come il Chievo, che specialmente in casa ha costretto Roma e Napoli a dover concedere un punto fondamentale e ancora più strano l’imbattibilità del portiere Sorrentino.

Nella seconda parte di questo girone d’andata bisogna inoltre sottolineare come il Genoa, dopo il cambio di allenatore ha ritrovato fiducia e risultati in maniera piuttosto netta, rispetto a un avvio di stagione incerto. Resta da fare qualche riflessione sul Torino, squadra che convince a metà e che con 8 pareggi è la formazione che ha più volte diviso i punti con l’avversario durante questo girone d’andata. Informazioni che ormai come tutti sanno interessano sia il settore delle statistiche che quelle dei bookmakers per quanto concerne le scommesse live che nel corso di questa stagione di calcio sono sempre più richieste e praticate ormai. Tra le prime in classifica bisogna poi sottolineare come la Lazio di Inzaghi, nonostante un ottimo avvio, abbia perso qualcosa nella seconda parte del girone, e fatto ancora più grave abbia subito 19 reti in 15 gare, quasi il doppio rispetto a Inter e Napoli, che guidano la classifica e che assieme alla Roma hanno incassato finora solo 10 reti. Questo è il punto sulla stagione di serie A mentre ci avviamo a concludere il girone di andata che a differenza degli ultimi anni non si fermerà durante il periodo di Natale, giocando sia il 23 che il prossimo 30 dicembre.

Pubblicato in: Sport

Condividi questo articolo

Articoli recenti