MALTEMPO/REGIONE: FONTANA
HA FIRMATO RICHIESTA
DI ‘STATO DI EMERGENZA’

LECCO – Il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha formalizzato oggi alla Presidenza del Consiglio dei Ministri la richiesta dello ‘stato di emergenza‘ riguardante il maltempo che ha colpito il territorio della Lombardia nei mesi di maggio e giugno.

Questi fenomeni meteorologici hanno riguardato soprattutto le province di Lecco, Como, Bergamo, Brescia e Sondrio”. Lo comunica in una Nota la Regione Lombardia.

SOMME URGENZE AL 100% PER COMUNI FINO A 3.000 ABITANTI – “La conta dei danni – ha spiegato l’assessore al Territorio e Protezione civile Pietro Foroni – è appena iniziata e nei prossimi giorni avremo una prima vera stima attraverso le segnalazioni dei Comuni colpiti. Da parte nostra abbiamo comunque deciso di mettere immediatamente a loro disposizione risorse regionali aggiuntive. Nella Giunta di lunedì presenteremo una delibera che finanzierà al 100% le ‘somme urgenze’ nelle situazioni di emergenza per i Comuni sotto i 3.000 abitanti e sino all’80% per i Comuni fino a 20.000 abitanti”.

MALTEMPO, AGGIORNAMENTO DALLA SALA OPERATIVA DELLA PROTEZIONE CIVILE – Intanto, la situazione nelle province colpite (Lecco, Sondrio, Como, Bergamo e Brescia) secondo la Sala operativa regionale della Protezione civile è la seguente:

NELLA PROVINCIA DI LECCO

– A Dervio: proseguono le operazioni di pulizia delle strade da fango e detriti. Individuati dei parcheggi come ammassamento dei detriti. I 300 evacuati sono rientrati.
– In Valsassina: a Primaluna proseguono i rilievi per valutare la stabilità del versante. Possibile rientro in giornata di una parte dei 200 sfollati. A Premana nella serata di ieri sono rientrate circa 30 persone. Ne rimangono sfollate circa 50.
– Interventi del Volontariato di Protezione civile: la Provincia di Lecco ha attivato la Colonna Mobile Provinciale e circa il 60% delle organizzazioni di volontariato a supporto dei Comuni colpiti dal maltempo. A Dervio sono intervenuti anche i Volontari della Città Metropolitana di Milano, della Provincia di Sondrio, della Provincia di Monza e Brianza. I volontari della Provincia di Como sono intervenuti a Premana. La Colonna Mobile Regionale è intervenuta a Primaluna.

NELLA PROVINCIA DI SONDRIO

– A Campodolcino il livello idrometrico del Liro tornato alla normalità e le persone sono rientrate nel campeggio.
– A Delebio sono stati risolti i problemi alla circolazione sulla ex SS38.
– A Gallivaggio (nel Comune di San Giacomo Filippo) il Bypass SS36 risulta danneggiato e attualmente inutilizzabile ma la SS36 è stata riaperta da ieri.

IN PROVINCIA DI COMO

– A Como: il livello delle acque del lago sta calando, ma rimane completamente interdetto alla circolazione il Lungolago.

IN PROVINCIA DI BERGAMO

– A Isola di Fondra si segnala un’erosione spondale sul fiume Brembo.
– A Costa Volpino sono rientrate le criticità legati agli allagamenti nella parte centrale del paese.
– In Valle di Scalve: gli smottamenti lungo la rete stradale da Brescia hanno causato la chiusura della Via Mala e della strada che collega Dezzo a Borno. L’unica strada d’accesso alla Valle di Scalve, per il momento, resta quella del Passo della Presolana.

IN PROVINCIA DI BRESCIA

– Ad Angolo Terme: gli evacuati sono scesi a 8 persone.
– Risultano attivati pronti interventi a livello comunale, soprattutto per quanto riguarda i Comuni di Angolo Terme, Artogne, Borgno, Niardo, Brenno, Darfo Boario Terme e Pisogne.
– Permane difficile la circolazione sulle strade provinciali di collegamento tra Valcamonica e Bergamo (Angolo, Paisco Loveno,Borno).
(LNews)

Pubblicato in: Valsassina, Lago, Economia Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati