CONSIGLI DI LETTURA PER L’ESTATE:
“LA SPIAGGIA” DI CESARE PAVESE

Proseguono i nostri consigli di lettura per l’estate, realizzati in collaborazione con “Il fascino degli intellettuali“. Oggi è il turno di “La spiaggia”, romanzo tra i meno noti di Cesare Pavese, ma che non per questo merita meno di essere letto. Anzi.

Cesare-Pavese (1)Definito dall’autore una «distrazione, anche umana, e insomma, se valesse la pena, me ne vergognerei. È quello che si chiama una franca ricerca di stile», La spiaggia si presenta diverso da tutti gli altri romanzi di Cesare Pavese, pur mantenendo alcune linee comuni; lo stile semplice, la franchezza nell’analisi, le donne e le montagne piemontesi sono solo un esempio.

È proprio dalle Langhe che si parte ma, a differenza degli altri romanzi, quei luoghi che ormai i lettori di Pavese hanno imparato a conoscere sono solamente abbozzati. Come spinge a pensare il titolo, lo scrittore vuole concentrarsi in qualcosa di più, quel qualcosa che, come si saprà poi, lui non è mai riuscito a godere – per uno stacanovismo ormai noto e per un’incapacità di adattamento alla borghesia.

Continua a leggere su “Il fascino degli intellettuali”

 

ifdi fascino banner

 

 

 

Pubblicato in: Cultura, La Finestra Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati