LA FINESTRA/CHRISTOS KAPATOS:
IL FOTOGRAFO DELLA CRISI GRECA

la finestra ifdi fascino intellettuali

Nel termine greco agoràzein c’è una grande verità che rimanda proprio all’atto di passeggiare per la piazza, a braccetto con gli amici, per discutere del più e del meno, dalla politica allo sport, dell’argomento del giorno, dei fatti nostri e di quelli degli altri. Atto che si adatta perfettamente al girovagare insito nella fotografia e che nasce dalla lontana consuetudine di Socrate di alzarsi presto per passeggiare con i suoi allievi tra le strade e le piazze, come se tra quelle vie si trovassero le risposte tanto cercate. Discutendo e fermandosi a guardare le stelle, è il suo costante passeggiare a diventare testimonianza, una testimonianza che custodisce l’essenziale semplicemente girovagando.

Parlare di Grecia oggi è come immergersi in una nebulosa di termini fuorvianti che diventano facilmente catastrofici: disastro, crisi, depressione, tensione e ancora scontri, resistenza, referendum e accordi. Tutte queste parole, che hanno un origine greca, oggi deviano il pensiero comune semplicemente ridondando da una testata giornalistica all’altra o da un canale televisivo a quello successivo. Così la crisi greca, che da anni fa parte della nostra vita quotidiana, diventa talvolta di difficile comprensione. Continua a leggere…

christos kapatos crisi greca

 

 

 

 

 

Pubblicato in: Cultura, La Finestra Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati