PSICOLOGIA, QUALE RELAZIONE
TRA MALATTIA CARDIACA
E PERSONALITÀ DI TIPO A E D?

Verso la fine degli anni ’50 del secolo scorso, i cardiologi americani D.C. Jenkins, R.H. Rosenman e M. Friedman ipotizzarono che “uno dei fattori eziologici indipendenti della malattia coronarica fosse una specifica modalità comportamentale ed emotiva di rispondere a certe sollecitazioni ambientali” (Molinari, Compare & Parati, 2006). Era stato infatti osservato che i fattori di rischio tradizionali per la malattia coronarica non erano sufficienti a spiegarne l’incidenza che in quegli anni era in considerevole e, apparentemente, inspiegabile aumento.

Inizialmente la ricerca di focalizzò sull’identificazione delle caratteristiche utili a descrivere il comportamento di “Tipo A” (Type A Behavior Pattern – TABP), caratterizzato da rabbia, ostilità, impazienza, fretta di raggiungere l’obiettivo, smania di successo, linguaggio esplosivo, urgenza e specifiche caratteristiche motorie. La peculiarità del TABP

QUI L’ARTICOLO SCIENTIFICO COMPLETO:

Psicocardiologia. Quale relazione tra malattia cardiaca e personalità di Tipo A e D?

Pubblicato in: Cultura, Psicologia, Sanità Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .