STORIE DELLA LINGUA ITALIANA:
IL TRIANGOLO DI BRAD PITT

jen1Inizia il freddo, l’autunno è cominciato e la stagione della minestrine pure. Non scampano nemmeno le celebrities alla voglia di un pasto caldo serale e tra queste anche Jennifer Aniston è andata in un brodo di giuggiole.

La giuggiola è un piccolo frutto che viene consumato fresco o come ingrediente per confetture, ma non di certo per preparare un brodo. Se Jennifer ha sentito la necessità di un brodo di giuggiole è perché, come recita il modo di dire, sta gioendo per qualcosa che le è capitato.

jen2Ed è proprio così. Dopo anni da scaricata, straccio consumato e poi buttato via, è finalmente arrivata la rivincita di Jennifer. È di pochi giorni fa la notizia del divorzio tra l’ex marito Brad Pitt e la bellissima Angelina Jolie.

L’immagine della donna tradita, i mille pianti per il Brad perduto e negli anni il disseminarsi di figli (tra adottivi e non) per far sprofondare ancor più Jennifer nella desolazione. Se solitamente l’unico barlume di speranza per gli scaricati è augurare il peggio all’ex compagno o coniuge, lo stesso non può dirsi per Jennifer.

jennifer-anistonTutte le fortune sono capitate a lui e Jennifer in questi ultimi 11 anni non ha fatto altro che recitare la parte della donna tradita. Non sono bastati i Friends, Marley, gli Amici di famiglia, la Caccia agli ex, i Ti odio, ti lascio, le cose Speciali, i cuori e le provette, Ammazzare il capo, le Cake e così via. Il successo e il susseguirsi di uomini quali Vince Vaughn, Paul Sculfor, John Mayer, il chiacchierato flirt con Bradley Cooper, Justin Theroux, con cui si è poi sposata in gran segreto, non hanno spazzato via l’amarezza della fine del matrimonio con l’Achille più desiderato di Hollywood.

Ora sì, Jennifer può godersi la sua dolce vendetta. E Brad, stia tranquillo, non rimarrà certo single a lungo!

Ma anziché andare in un brodo di giuggiole, come tutti sappiamo, è di succiole il vero brodo nel quale Jennifer si sta divincolando. In realtà infatti il brodo di giuggiole è un “errore di dire”, divenuto così per assonanza con succiole, ossia le castagne bollite, e il brodo di succiole è in Toscana l’acqua ottenuta facendo bollire le castagne. “Andarsene in brodo di succiole” significava gioire molto per qualcosa, perché le succiole bollite erano molto apprezzate, facendo la funzione delle attuali caramelle.

Ora nell’uso comune è in voga la nuova accezione “brodo di giuggiole”, un po’ come Brad Pitt che ancora prepotentemente sulla piazza per tutte le nubili di Hollywood e limitrofi.

Martina Panzeri

>Leggi qui gli altri episodi di Storie della Lingua Italiana…

 

 

 

Pubblicato in: Cultura Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati