GUIDA ALLA SCELTA DELLA CONNESSIONE WIFI IDEALE PER LO SMART WORKING

Al giorno d’oggi sono sempre di più le persone che lavorano da casa, in smart working, e che dunque necessitano di una connessione ad internet che sia stabile e sufficientemente veloce. Non a caso, in moltissimi scelgono di cambiare operatore proprio perché quello attuale non è in grado di offrire un servizio adeguato. Per lavorare da casa, avere una connessione che sia efficiente è d’altronde indispensabile e non ci si può permettere di sottovalutare questo fattore. Come scegliere però la soluzione giusta tra le tante offerte wifi casa oggi disponibili? In che modo capire quale sia l’opzione migliore? Scopriamolo insieme.

Gli aspetti che influiscono sulla velocità di connessione

Prima di tutto, è bene capire quali siano gli aspetti che influiscono realmente sulla velocità di una connessione internet ed i principali sono due: la tecnologia utilizzata e la banda minima garantita.

Tecnologia di connessione

Per quanto riguarda le tecnologie di connessione oggi disponibili, va precisato sin da subito che l’ADSL si può considerare ormai superata perché non è in grado di offrire una velocità elevata come le altre. Conviene dunque scegliere la Fibra ottica, che però a sua volta si distingue in FTTC e FTTH. La prima è la più diffusa oggi in Italia e a ben vedere si tratta di una tecnologia mista, nel senso che la fibra arriva fino alla centralina posta sulla strada e poi, per raggiungere l’abitazione, il segnale passa attraverso i classici fili in rame dell’ADSL. Ne consegue che la velocità è sicuramente superiore, ma non quanto quella che si può ottenere con una FTTH, che prevede l’arrivo diretto dei cavi della Fibra ottica in casa. Un’altra tecnologia decisamente interessante oggi è la FWA, conosciuta anche come internet via radio. In questo caso il segnale passa attraverso le onde radio ed è quindi del tutto indipendente dalle infrastrutture della Telecom. Si tratta di una soluzione ideale per coloro che vivono in piccoli comuni, ancora non raggiunti dalla Fibra ottica tradizionale, che consente di raggiungere velocità di connessione molto soddisfacenti.

Banda minima garantita

Un altro aspetto che non andrebbe mai sottovalutato è la banda minima che viene garantita dal gestore e che influisce in modo significativo sulle prestazioni della propria connessione internet. Bisogna sempre considerare infatti, nel caso dell’ADSL e della Fibra ottica FTTC, che se la centralina posta sulla strada risulta troppo affollata si rischiano di avere problemi di varia natura. Interruzioni improvvise della connessione, velocità dimezzata e via dicendo: tutti inconvenienti che per chi lavora in smart working non sono accettabili. Questo accade specialmente nelle ore di punta, quando troppi utenti sono collegati in contemporanea alla stessa centralina.

Per ovviare a questo problema, è possibile scegliere un’offerta che assicuri una banda minima garantita sufficiente. Eolo ad esempio propone oggi il pacchetto +Studio e Lavoro che prevede un aumento della banda minima ed è pensato proprio per coloro che lavorano in smart working o per gli studenti impegnati nella DAD.

Pubblicato in: Economia, tecnologia

Condividi questo articolo

Articoli recenti

GixSoft88 Rev. 022022 .