IL MERCATO DELLE AUTO
NUOVE E USATE IN LOMBARDIA

Torna a crescere il mercato delle auto in Italia ed in particolar modo in regioni come la Lombardia dove, a causa della pandemia, il comparto aveva subito brusche frenate negli ultimi mesi.

A settembre, grazie agli incentivi auto e ad una ritrovata fiducia da parte di consumatori e aziende che sono tornati a comprare automobili dopo il pesante calo accusato a seguito dell’emergenza coronavirus. Rispetto allo stesso mese del 2019, sono state immatricolate 156.132 autovetture, il 9,54% in più rispetto alle 142.532 dello stesso mese dello scorso anno. Considerate le 156.132 immatricolazioni di settembre, il bilancio dei primi nove mesi dell’anno si attesta a 966.017 nuove auto vendute, il 34,21% in meno rispetto allo stesso periodo del 2019 quando erano state 1.474.875.

Nel 2020 le vendite di auto nuove in Lombardia si assesteranno a quota 358.000 con un incremento sul 2019 del 9,1% ma con uno scarto negativo rispetto al 2007 del 22%. Nello scorso anno in questa regione sono state immatricolate 328.217 autovetture con un incremento del 3,4% sul 2018 contro l’incremento dello 0,3% dell’intero mercato.

Il mercato dell’usato in regione

Discorso diverso per il mercato auto usate Lombardia che, come dimostrano i dati, continua a godere di ottima salute. Nel primo semestre del 2020 c’era stato un calo rispetto allo scorso anno. In fase post lockdown arrivano però i primi segnali positivi, con il mese di giugno che ha visto crescere i passaggi di proprietà nella regione del +8,1%.

In questa regione, per quanto riguarda le province, al primo posto per numero di passaggi di proprietà c’è Milano con 48.119 atti (-31,9%), seguita da Brescia con 23.943 (-28,7%), Bergamo con 18.942 (-28,6%), Varese con 15.194 (-33,8%), Monza-Brianza con 13.938 (-33,3%), Pavia con 10.322 (-31,7%), Como con 10.151 (-29,6%), Mantova con 7.404 (-32,5%), Cremona con 6.345 (-30,5%), Lecco con 5.546 (-32,7%), Lodi con 3.943 (-34%) e Sondrio con 3.358 (-33,2%).

Per quanto riguarda invece l’alimentazione, nel mondo delle auto usate in Lombardia regna ancora sovrana l’alimentazione a benzina che riguarda secondo l’ACI il 48% dei passaggi di proprietà totali; segue il diesel con il 38,9%.

Per quanto attiene le auto ibride ed elettriche si è ancora agli inizi, come attestano sia i dati ACI (solo l’1,9 dei passaggi di proprietà riguardano auto ibride ed elettriche), sia i dati di AutoScout24 (2% delle richieste totali).

Ed i prezzi? Piuttosto alti. Il prezzo medio di vendita si attesta, in generale, a € 14.950, un dato leggermente superiore alla media nazionale (€14.400). Per acquistare una vettura, tra le province “più care” troviamo ai primi posti Cremona, con un prezzo medio di € 18.210, e Mantova con € 15.900. Seguono Milano (€15.450), Como (€15.300), Monza-Brianza (€14.970), Brescia (€ 14.830), Bergamo (€ 14.820), Varese (€ 14.220), Lecco (€ 14.060), Lodi (€ 13.100), Sondrio (€ 13.050) e la “più economica” Pavia con € 12.360.

Pubblicato in: Economia

Condividi questo articolo

Articoli recenti