INVESTIMENTI FINANZIARI: ECCO LE AZIONI PIÙ INTERESSANTI DEL MOMENTO SECONDO GLI ANALISTI

Investitori individuali e società di investimento si stanno informando riguardo le migliori azioni su cui investire nei prossimi mesi del 2022. Nei primi mesi dell’anno si è vista una riduzione del valore di mercato delle quote societarie di diverse aziende e ciò ha creato delle opportunità di ingresso nel mondo azionario.

Lo studio dei vari mercati è fondamentale per orientarsi nel vasto mondo azionario e per capire quali potrebbero essere le migliori azioni su cui puntare, tenendo conto anche della propria strategia di investimento e dell’orizzonte temporale che si intende rispettare. Le azioni sono un asset ideale sia per il trading nel breve periodo che per gli investimenti a medio-lungo termine.

Le azioni ottimali da introdurre in portafoglio variano a seconda dell’orizzonte temporale: alcune quote societarie potrebbero offrire opportunità di profitto con le oscillazioni nel breve periodo, altre invece potrebbero portare a dei guadagni con la crescita del loro valore nel corso di mesi o anni. Infatti, per investire in azioni è sempre opportuno monitorare con attenzione l’andamento dei mercati, in modo da scegliere gli asset più redditizi su cui puntare.

Settore delle comunicazioni

Uno dei settori da prendere in considerazione per gli investimenti in azioni nel 2022 è il settore delle comunicazioni. Nell’ultimo trimestre del 2021 l’intero settore ha subito un calo, come dimostrato dal Morningstar Communication Services Index in riduzione del 9.4% e dal Morningstar Europe Index in riduzione del 2.7%.

Gli analisti ritengono che questo settore offra delle opportunità di profitto rappresentate da azioni che possono essere acquistate a sconto, ovvero a un prezzo inferiore rispetto al reale valore della quota societaria.

Settore tecnologico: qual è il suo andamento

Anche le aziende del settore tecnologico secondo gli analisti sono da prendere in esame ed eventualmente da inserire nel proprio portafoglio. Nei primi mesi del 2022 molte azioni sono state scambiate a prezzi inferiori rispetto al valore intrinseco e il settore tech continua a proporre delle finestre di ingresso con potenzialità interessanti.

Le aziende tecnologiche hanno dimostrato di poter essere di reale utilità per la popolazione nei momenti di difficoltà e ciò fa crescere il loro valore. Complessivamente lo scorso anno l’interesse degli investitori per le società tech è aumentato e si prevede che anche nel 2022 l’interesse continuerà a crescere.

Il successo del settore energetico

Diverso il discorso per il settore energetico che nel 2021 ha complessivamente sovraperformato la media del mercato. Nonostante questo gli analisti ritengono che le principali aziende dell’ambito siano ancora sottovalutate e che ciò si rifletta in un prezzo per azione inferiore al valore intrinseco.

Nella creazione del proprio portafoglio azionario si potrebbe valutare l’ipotesi di aggiungere una percentuale di azioni del settore energetico per provare a sfruttare le potenzialità di crescita delle società che operano in questo ambito.

Settore healthcare e settore finanziario

Il settore sanitario continua a essere molto attrattivo sia per gli investitori privati che per gli investitori istituzionali. La crisi sanitaria degli ultimi anni ha spinto al rialzo i titoli del settore healthcare, anche se nell’ultimo semestre si è osservato un rallentamento e una conseguente riduzione del prezzo per alcune aziende, da attribuire alla fisiologica correzione che si osserva dopo un periodo di forte crescita.

Nonostante le numerose incertezze che riguardano questo settore e le stringenti normative che regolano l’immissione in commercio di nuovi farmaci, gli analisti credono che le aziende del settore sanitario possano crescere nei prossimi mesi e che possano rappresentare anche un buon investimento nel medio-lungo periodo.

Tra i settori da prendere in considerazione nel proprio studio non poteva mancare il settore finanziario. Il mondo della finanza sta cambiando rapidamente e sta accogliendo nuovi investitori, soprattutto clienti privati che si avvicinano agli assets finanziari.

Le aziende che sapranno coinvolgere i piccoli investitori riusciranno secondo gli analisti a crescere nella seconda metà del 2022 e a proseguire la loro crescita anche nel prossimo anno.

 

Pubblicato in: Economia, tecnologia

Condividi questo articolo

Articoli recenti