NEL 2019 A LECCO GIOCATE
PER OLTRE 82 MILIONI DI €

LECCO – Oltre 82 milioni e mezzo di euro in dodici mesi. E’ questo il bilancio – oltretutto parziale – del settore delle scommesse legali nella sola città di Lecco. A fare la fotografia di questo mondo, emerso ma certamente poco visibile, è l’agenzia di stampa del settore Agimeg, che nei giorni scorsi ha diffuso i dati suddivisi per Comune, ma anche per tipologia di gioco e di piattaforma. Un quadro da cui emerge come la fetta più importante della torta sia quella legata alle cosiddette “macchinette” di diversa generazione (Vlt e Awp), che da sole valgono più di 50 milioni di euro di giocate.

PREMESSA METODOLOGICA

I numeri diffusi da Agimeg, lo precisiamo doverosamente, sono una rielaborazione dei dati diffusi dall’Agenzia nazionale dei monopoli. Dunque parliamo di dati ufficiali, ma per forza di cose – dobbiamo aggiungere – si tratta di numeri parziali. In questo quadro, infatti, non è compresa una parte significativa della cifra complessiva “fatturata” dal variegato mondo del gambling. Per ovvie ragioni legate alla difficoltà di misurare le giocate suddivise per provincia, infatti, dalle cifre seguenti è esclusa tutta la parte legata ai casinò on line. Un mondo che da anni cresce in doppia cifra e che – con il lockdown e le conseguenze del Coronavirus – ha conosciuto una ulteriore, forte, espansione all’interno del settore. Sia per quanto riguarda le piattaforme di gioco legali sia, purtroppo, per quelle illegali, che fanno riferimento a normative diverse e non sono leciti nel nostro territorio.I numeri che forniamo di seguito, infatti, si limitano alle seguenti tipologie di gioco: AWP, Betting Exchange, Big, Bingo, Comma 7, Concorsi Pronostici Sportivi, Eurojackpot, Giochi di Abilità, Ippica Internazionale, Ippica Nazionale, Lotterie Istantanee, Lotterie Istantanee Telematiche, Lotterie Telematiche Tradizionali, Lotterie Tradizionali, Lotto, PlaySix, Scommesse Ippiche In Agenzia, Scommesse Sportive a Quota Fissa, Scommesse Virtuali, Superenalotto, V7, VLT, Winforlife.

COSA DICONO I NUMERI

La cifra esatta giocata nel 2019 a Lecco è di 86,6 milioni di euro, con una media di 7,2 milioni di euro al mese. In questo quadro la parte del leone la fanno le cosiddette Videolottery, apparecchiature connesse in remoto al sistema centrale, in cui la giocata va da 50 centesimi a 10 euro e la vincita massima è di 5mila euro, ma con la possibilità di conquistare anche il jackpot nazionale di mezzo milione di euro. Le Vlt valgono da sole 37,2 milioni di euro. Mentre 23,4 milioni è il giro d’affari delle Awp, macchinette di precedente generazione dotate di una scheda di gioco certificata, che hanno una vincita massima di 100 euro e restituiscono per legge almeno il 68 per cento delle cifre giocate.

Importante anche la quota delle cosiddette lotterie istantanee, circa 11,8 milioni di euro all’anno (quasi uno al mese). Mentre il vecchio Lotto vale circa 7,5 milioni di euro e 1,4 milioni dal Superenalotto. 4,3 milioni del totale, ancora, arrivano dalle scommesse sportive nelle agenzie fisiche. Ma anche qui va precisato che la maggioranza delle scommesse è ormai on line, dove gli utenti sono sempre più attirati dalla possibilità di giocare h24, da servizi come codice bonus unibet (solo per fare un esempio tra i tanti) e da un ventaglio di opportunità di scommessa sempre più ampio (tanto che le giocate sul vecchio settore ippico, in agenzia, sono ormai ridotte a poco più di 120mila euro circa all’anno).

Pubblicato in: Economia

Condividi questo articolo

Articoli recenti