TRADING DI ETHEREUM:
COME E DOVE SCAMBIARLO?

Ethereum è una piattaforma blockchain aperta che consente a chiunque di creare e utilizzare applicazioni decentralizzate che girano su tecnologia blockchain. Come Bitcoin, nessuno controlla o possiede Ethereum: è un progetto open source costruito da molte persone in tutto il mondo. Ma a differenza del protocollo Bitcoin, Ethereum è stato progettato per essere adattabile e flessibile. La sua tecnologia ha reso facile creare nuove applicazioni sulla piattaforma Ethereum e ciò ha decretato il crescente successo anche della criptovaluta collegata a questa tecnologia.

La criptovaluta Ethereum (ETH), legata all’omonima tecnologia, forte anche del successo della prima, si è presto ritagliata la medaglia d’argento tra le criptovalute subito dopo il Bitcoin. Ha avuto anche negli ultimi mesi un successo crescente che l’ha condotta fino a un picco di 4370$ questo mese. Per questo motivo, è sempre in aumento il numero delle persone interessate a fare trading di Ethereum che scelgono piattaforme come eToro.

Come fare trading di Ethereum?

Fino a poco tempo fa, la gran parte delle piattaforme consentivano lo scambio solo di asset tradizionali come valute FIAT, azioni, materie prime e indici. Poi, il successo delle criptovalute ha fatto sì che molti broker affermati si avvicinassero al mercato crypto e tra questi eToro è stato uno dei precursori. Bitcoin ed Ethereum sono state le prime criptovalute scambiabili ma la lista si va via via allargando.

Tra le altre criptovalute disponibili per lo scambio sulla citata piattaforma sono infatti incluse anche:

  • Bitcoin Cash
  • Ethereum Classic (ETC) …
  • Dash. …
  • Litecoin (LTC) …
  • Bitcoin Cash (BCH) …
  • Stellar Lumens (XLM) …
  • NEO (NEO)
  • Cardano

Si tratta di un elenco solo esemplificativo perché le criptomonete sulle quali è possibile fare trading sono sempre in aumento.

Il trading di Ethereum è profittevole?

Ethereum come molte altre criptovalute è caratterizzato da alta volatilità. Ciò comporta vantaggi e svantaggi che è bene conoscere. Letteralmente un mercato volatile può essere definito un “mercato instabile” che può muoversi in entrambe le direzioni (su o giù) in un periodo di tempo molto breve, è caratterizzato dalla fluttuazione dei prezzi.

La volatilità ha un ruolo fondamentale in qualsiasi mercato commerciale e per capirlo, è necessario comprendere cos’è la volatilità. Nella finanza tradizionale, la volatilità è descritta dalla misura in cui il prezzo di un asset oscilla nel tempo. In uno scambio di 24 giorni, è definito come le dispersioni che il prezzo di un’attività ha mostrato dal suo prezzo iniziale. Un investimento è considerato volatile se i suoi prezzi si muovono quotidianamente verso l’alto o verso il basso in modo aggressivo, come si può osservare nel mercato delle criptovalute.

Nei mercati delle criptovalute, questa volatilità ha probabilmente causato perdite agli investitori, ma ha anche profitti più elevati che nel trading tradizionale. Tale volatilità è apprezzata in particolare dagli Swing Traders, ovvero quei trader che scambiano asset tenendoli per poco più di un giorno. Questi trader cercano opportunità nel mercato per concludere gli scambi in un tempo veloce ed è questa volatilità che offre loro queste opportunità.

Ethereum e volatilità, alcuni suggerimenti

Per approfittare appieno delle possibilità che il trading di Ethereum offre, è importante sapere che la volatilità è un concetto di mercato importante di cui rendersi conto prima di entrare nelle montagne russe che le criptovalute possono farti affrontare. È un’arma a doppio taglio che comporta un alto rischio di perdere e vincere una notevole quantità di capitale. Questo è uno dei motivi per cui nonostante sia volatile, Bitcoin è l’asset con le migliori prestazioni negli ultimi 2 decenni. Ma è importante che gli utenti facciano trading e investano con cautela e cercare di mantenere il loro rischio al giusto livello.

I profitti non sono mai garantiti durante il trading, puoi prendere provvedimenti per proteggerti da perdite troppo pesanti utilizzando le funzioni di ordine “STOP” e “LIMIT” offerte sulla piattaforma eToro. Tali funzioni ti consentono di impostare sia la somma raggiunta la quale riscuotere il profitto, che quella dove bloccare l’eventuale perdita, ovvero il cosiddetto stop loss. Se lo stop loss è un concetto importante in tutte le forme di trading,lo è ancora di più quando si scambia Ethereum perché a bruschi rialzi del prezzo potrebbero alternarsi anche rapidi cali. Dunque, quando capita che tu non abbia scelto la direzione giusta, è importante che sia fissata la giusta cifra per minimizzare quella perdita.

Pubblicato in: Economia

Condividi questo articolo

Articoli recenti

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .