COVID 2.0/PER L’ACCADEMIA
LOMBARDA DI SANITÀ PUBBLICA
“UTILI LOCKDOWN CHIRURGICI,
D.A.D. E MASCHERINE FFP2″

Risultato immagini per Accademia Lombarda di Sanità PubblicaMILANO – Rispetto dei protocolli per ristoranti e sport e aumento dei test rapidi: queste alcune delle ‘ricette’ dell’Accademia Lombarda di Sanità Pubblica, associazione no-profit di alto profilo scientifico fondata dai professori di igiene e sanità pubblica delle università lombarde.

“Bisogna adottare le restrizioni utili nelle aree ad alto rischio sulla base delle evidenze scientifiche – suggerisce l’Accademia – decidere nei tempi corretti e consentire attività commerciali a rischio controllato con protocolli di prevenzione validati. Questo per voltar pagina in una fase dell’epidemia dove saranno sempre più i vaccinati ma, allo stesso tempo, circolano varianti più pericolose e, in certe aree, si sta osservando una vera e propria terza ondata. Ma l’Italia è grande, le situazioni sociali ed economiche molto diverse e quelle epidemiologiche sono oggi più che mai variegate. E allora norme più semplici ed efficaci con responsabilizzazione dei gestori di attività con seri protocolli e sanzioni in caso di inadempienze”.

Una sorta di prevenzione del COVID 2.0 con queste semplici basi:
Risultato immagini per ffp2 mascherine1 – In presenza di varianti con maggior contagiosità e/o letalità le restrizioni devono essere molto rigorose: didattica a distanza in scuole e università, chiusure di esercizi commerciali, restrizioni alla mobilità (anche per le seconde case) e utilizzo delle mascherine FFP2 su mezzi pubblici ed esercizi commerciali, misura già adottata da altri paesi. Le aree (province o comuni) devono essere ben identificate e le decisioni tempestive.

2 – Pieno sostegno alla campagna vaccinale con indicazioni generali nazionali (da adattare alle evidenze scientifiche ogni 2 settimane) e applicazioni operative regionali con il supporto di vari stakeholders (protezione civile, esperti di logistica, di layout e di management, informatici, personale sanitario e amministrativo) tra cui i medici specialisti in igiene e medicina preventiva, esperti nella gestione istituzionale delle campagne vaccinali nei dipartimenti di igiene e prevenzione delle Aziende sanitarie locali o ATS che hanno le capacità tecniche per essere i registi della più importante campagna vaccinale della storia.

3 – Nelle zone a basso rischio (gialle e bianche) applicazione rigorosa dei protocolli nelle varie attività che fino ad oggi hanno avuto efficacia nel prevenire la diffusione su larga scala del virus. Questo vale per i luoghi di lavoro ma anche per l’apertura serale dei ristoranti con le dovute precauzioni e le pratiche sportive incluso lo sci per il quale la letteratura scientifica ha segnalato focolai importanti solo la scorsa primavera, in assenza di qualsivoglia misura preventiva.

4 – Revisione e aggiornamento delle norme di prevenzione in vigore sulla base delle più recenti evidenze scientifiche con discussione su: opportunità delle mobilità interregionali libere per le seconde case, zone arancio dimostratesi di scarsa efficacia, utilità dei test diagnostici rapidi in alcuni ambiti a rischio (mezzi di trasporto, scuole, università, ambienti di lavoro e forse anche ambiti sportivi incluse i comprensori sciistici).

* L’Accademia Lombarda di Sanità Pubblica, Associazione no-profit di alto profilo scientifico, è stata fondata dai professori di igiene e sanità pubblica delle università lombarde. Alcuni di loro sono impegnati in prima linea nella gestione della pandemia da COVID-19: Stefano Capolongo (Politecnico di Milano, per logistica e layout dei centri vaccinali), Silvana Castaldi (UniMi, Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico – centro vaccinale Fiera Milano), Carlo Signorelli (campagne vaccinali San Raffaele), Anna Odone (UniPV), Lorenzo Mantovani (UniMib2) e Licia Iacoviello (Insubria) (ricerche scientifiche rispettivamente su epidemiologia ed effetti del lockdown, determinanti clinici e terapie, sicurezza ed efficacia dei vaccini COVID-19).

 

Pubblicato in: Cultura, lavoro, politica, Sanità, Cronaca, Turismo, Covid-19, Economia, Sport Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 112021 .