BASKET DONNE SERIE A1:
LA LIMONTA TIENE TESTA
ALLA ‘CORAZZATA’ REYER

COSTA MASNAGA – “Abbiamo fatto una partita con, ancora una volta, un ottimo atteggiamento. Siamo una squadra viva, non ci abbattiamo e non ci facciamo abbattere. Di contro non abbiamo abbastanza profondità per arrivare fino in fondo alle gare, men che meno contro squadre di alto livello come la Reyer. Dobbiamo andare alla ricerca di questa profondità utilizzando le nostre risorse al meglio, cercando di rivitalizzare chi é un po’ più spento o trovando delle soluzioni in modo da avere un peso più distribuito, alleggerendo chi lo porta sulle spalle ora. Ne gioverebbero tutte”. Questa l’analisi di coach Paolo Seletti sulla gara disputata in quel di Costa Masnaga tra la Limonta e la Reyer ed in generale sul momento della formazione lecchese.

La cronaca della partita. Il tabellone si sblocca, dopo un inizio con tanti errori, al 6’58” con un elegante palleggio arresto e tiro di Yvonne Anderson a cui risponde prontamente Matilde Villa subendo fallo e facendo 1/2 dalla lunetta. La Reyer del prestigioso coach Andrea Mazzon trova un paio di fiammate e si porta avanti 1-8, ma un 2+1 di Matilde accorcia le distanze (4-8). Costa sbaglia tutto al tiro dalla distanza e perde troppi palloni (8 nel solo primo quarto) ed il risultato é che il tabellone segna 12-17 in favore delle venete.

Il secondo quarto parte con la premiata ditta Villa M.-Villa E. sugli scudi (ottimo l’ingresso di Eleonora) e, coadiuvate da un’attiva Jackson e da una solida Spreafico, al 7’30” la Limonta si porta a contatto (19-20). L’azione dopo, Costa mette addirittura la testa avanti con il secondo “2+1″ di Matilde Villa , che però fallisce il libero supplementare. A 4’15”, complice un ottimo lavoro difensivo in 1vs1 ed un altrettanto ottimo lavoro sul post basso, le lecchesi volano sul 27-22, ma la Reyer non ci sta e, prima si porta a ridosso, poi pareggia (31-31). Il secondo quarto finisce 35-33 per le padroni di casa con un buon finale di Mikayla Vaughn che sigla 4 punti consecutivi.

Il terzo quarto inizia con uno show dell’elegantissima Astou Ndour, che mette a segno 2 triple nel giro di poco portando avanti Venezia, ma Costa é lì, non molla e, a 4’39”, rimette la testa avanti con l’ennesimo “and one” di Matilde Villa (46-45). Il mini parziale delle masnaghesi si prolunga fino al 7-0 e Coach Mazzon si vede costretto a chiamare time-out e a bloccare l’inerzia delle avversarie (50-45). Contro parziale delle oro-granata che siglano uno 0-9 e chiudono il quarto avanti 50-54. Il quarto quarto é una prosecuzione del terzo, con la Reyer che spinge sull’acceleratore e che allunga grazie ancora a Ndour e ad un’efficacissima Madera. A chiudere il parziale di 0-14 é Eleonora Villa a 8’35” (52-59): per lei una partita decisamente buona! Ma le cose non migliorano per Costa, Venezia ha troppe soluzioni ed alternative oltre ad una fisicità importante.

Nel corso dell’ultimo quarto, complice anche, oltre ad errori tecnici delle padrone di casa su appoggi facili in layup, una virata netta del metro arbitrale verso una pallacanestro troppo fisica e violenta per Costa, la partita si svuota da contenuti tecnici, ed il divario finale é davvero ingiusto per quanto costruito dalla Limonta fino a quel punto. Finisce 55-69 per le ospiti grazie a qualche fiammata di classe dell’americana Anderson.

Prossimo appuntamento con le ragazze terribili di coach Seletti é per domenica 12 dicembre, sempre tra le mura amiche, alle 19, orario posticipato per via della diretta su LBF TV (canale 411).

Limonta Costa Masnaga-Umana Reyer Venezia 55-69
(12-17, 35-33, 50-54, 55-69)

LIMONTA COSTA MASNAGA: Toffali, Spreafico* 13 (4/9, 0/5), Villa 10 (4/6, 0/1), Villa* 18 (6/11, 0/2), Osazuwa NE, Caloro 2 (1/1, 0/1), Balossi NE, Jablonowski* 2 (0/4, 0/1), Allievi* 2 (1/6, 0/1), Vaughn* 8 (4/6 da 2), Jackson, Labanca.
Allenatore: Seletti 

Tiri da 2: 20/46 – Tiri da 3: 0/12 – Tiri Liberi: 15/20 – Rimbalzi: 35 9+26 (Villa 6) – Assist: 8 (Villa 4) – Palle Recuperate: 8 (Villa 3) – Palle Perse: 17 (Villa 8)

UMANA REYER VENEZIA: Bestagno* 4 (2/9, 0/1), Carangelo* 3 (0/1, 1/5), Thornton* 8 (3/6, 0/3), Pan NE, Anderson* 20 (8/17, 0/3), Madera 12 (2/2, 2/2), Smorto, Attura 4 (0/1, 0/1), Penna 4 (2/3, 0/1), Ndour Gueye* 14 (4/6, 2/4)
Allenatore: Mazzon 

Tiri da 2: 21/45 – Tiri da 3: 5/20 – Tiri Liberi: 12/16 – Rimbalzi: 47 14+33 (Ndour Gueye 14) – Assist: 16 (Anderson 4) – Palle Recuperate: 8 (Carangelo 3) – Palle Perse: 15 (Carangelo 4)

Arbitri: Capurro M., Pallaoro L., Di Martino V.

 

Foto credit: Alessandro Vezzoli

 

Pubblicato in: Hinterland, Sport Tags: 

Condividi questo articolo

Ultimi articoli pubblicati