CARABINIERI DI OLGINATE,
ANCHE SENZA COMANDANTE
NON AUMENTANO I REATI

LECCO – Il prefetto della provincia di Lecco Sergio Pomponio ha incontrato oggi i sindaci dei Comuni di Olginate, Pescate e Valgreghentino, che hanno espresso preoccupazione per l’attesa designazione del nuovo comandante della stazione dei Carabinieri di Olginate, non ancora sostituito dopo il trasferimento del precedente titolare.

I sindaci, pur riconoscendo che la vacanza nel ruolo non ha fatto registrare alcuna flessione nell’attività della stazione, come documentano i dati statistici, hanno comunque inteso svolgere una sensibilizzazione affinché non si abbassi la guardia sull’attività di controllo di un territorio di 25.000 abitanti.

Nel corso della riunione, il prefetto Pomponio ha svolto, dati alla mano, un’analisi dell’andamento della delittuosità nel territorio di riferimento. L’esame dei dati riferiti al primo quadrimestre del 2022, nel confronto con l’analogo periodo del 2021, fa emergere una lieve diminuzione (pari a -7,27%) del totale dei delitti commessi (da 165 a 153). Per quanto riguarda la criminalità predatoria, nel periodo in esame sono state commesse due sole rapine, entrambe riferite ad un episodio (scoperto) commesso in Garlate (in abitazione) connesso ad un reato consumatosi nell’ambito familiare.

Per quanto attiene, in particolare, il fenomeno che desta maggiore allarme, quello dei furti in abitazione, i dati sono sostanzialmente sovrapponibili a quelli del 2021 (sono passati da 20 a 21). L’analisi dei dati statistici assoluti dei cinque singoli territori comunali evidenzia una diminuzione del medesimo reato nei comuni di Olginate (da 3 a 2) e Valgreghentino (0 reati a fronte dei 6 del 2021); una conferma di quelli registrati in Garlate (2 episodi in entrambi i periodi); un aumento in Galbiate (da 9 a 16) e Pescate (da 0 a 2).

Non risultano commessi omicidi né tentati omicidi; non si registrano casi di estorsioni e di ricettazioni; dimezzano le lesioni dolose (da 2 a 1); risultano costantemente assenti i reati per associazione a delinquere ed usura (0 nel 2021); sono in diminuzione le truffe e frodi informatiche (da 45 a 20); sono costanti i danneggiamenti (32 episodi); sono assenti casi di danneggiamenti seguito da incendio (1 nel 2021); sono assenti reati in materia di stupefacenti (2 nel 2021), i reati per sfruttamento della prostituzione e pornografia, così come quelli di pornografia minorile (0 nel 2021);si registra un solo caso di delitti informatici (0 nel 2021).

Il comandante provinciale dei Carabinieri, dopo aver confermato la qualità e l’impegno espressi quotidianamente dal personale della stazione di Olginate che ha consentito in questi mesi di non deflettere minimamente dai necessari livelli di prevenzione e repressione dei reati, oltre che dagli standard abituali dei servizi di controllo del territorio, ha fatto conoscere che è in procinto di essere completata la procedura di sostituzione del comandante della medesima stazione, la cui nomina sarà decisa a breve.

I sindaci, dopo aver apprezzato l’iniziativa e ringraziato il prefetto per la sensibilità dimostrata, hanno richiesto – ricevendone ampia assicurazione – ogni possibile accelerazione della procedura e che comunque rimangano elevati gli standard di attività finora espressi dai militari della stazione di Olginate.

 

 

Pubblicato in: Cronaca, Hinterland, Olginate, Pescate Tags: 

Condividi questo articolo

Ultimi articoli pubblicati

GixSoft88 Rev. 022022 .