CASO CARLO GILARDI, TRE ORE
DI ‘INCIDENTE PROBATORIO’

LECCO – È durato ben tre ore l’incidente probatorio vale a dire  una sorta di “super perizia” in tribunale sul caso dell’anziano Carlo Gilardi.

Alla presenza del giudice Salvatore Catalano e del PM Andrea Figoni, dell’amministratore di sostegno e degli avvocati delle parti la discussione ha visto tra l’altro l’audizione dello stesso Gilardi che ha
risposto “positivamente e a lungo”. Tra le varie dichiarazioni del protagonista di questa complessa vicenda, è trapelata l’affermazione di voler morire nella sua casa di Airuno.

Sono stati inoltre integrati diversi atti, comprese a quanto pare delle lettere che Carlo Gilardi avrebbe inviato a suo tempo ai carabinieri.

L’udienza preliminare è fissata per il prossimo 27 aprile.

RedGiu

Pubblicato in: Cronaca, Hinterland Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 112021 .