FALLIMENTO TRAFILERIE LARIO,
SVELATI I CONTI DEL CRAC

LECCO – Il crac della Trafilerie Lario della famiglia Brambilla di Calolziocorte è stato passato al setaccio in una lunga deposizione del commissario giudiziario e curatore fallimentare, dottor Luigi Bolis, incalzato dalle domande del Pm Paolo Del Grosso.

A processo sono finiti i tre revisori dei conti, Mario e Francesco Ercole e Aida Tia, tutti piemontesi, mentre la famiglia Brambilla, compreso l’ex ministro Michela Vittoria, hanno già chiuso il conto con la giustizia, patteggiando la pena. Il dottor Bolis ha indicato le anomalie scoperte, un leasing degli immobili e ben 224 fatture emesse e poi stornate per fare cassa.

Le prossime udienze davanti al collegio giudicante, presieduto da Nora Lisa Passoni, saranno determinanti per fare chiarezza su quello che è accaduto tra il 2009 e il 2013 alle Trafilerie dei Brambilla.

RedGiu

Pubblicato in: politica, Calolziocorte, Cronaca, Hinterland, Economia Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .