CALCIO/EXPLOIT LOCATELLI:
DA GALBIATE AL ROSSONERO,
ORA AL TOP A SASSUOLO

SASSUOLO – Il momento d’oro del Sassuolo (otto risultati utili consecutivi) è sotto l’attento occhio di tutti gli appassionati di calcio; i neroverdi, allenati dal classe ’79 Roberto De Zerbi, sono ormai una realtà consolidata nel massimo campionato italiano, capaci di fermare le tre principali contendenti dello scudetto in meno di un mese: in ordine cronologico Inter (3-3), Lazio (1-2) e Juventus (3-3).

Nello scacchiere emiliano, risalta il talento cristallino del 22enne Manuel Locatelli: nato e cresciuto a Galbiate, ha giocato una manciata d’anni nelle giovanili dell’Atalanta, prima di trasferirsi nel capoluogo lombardo per la sua lunga parentesi con il Milan. Pilastro delle Nazionali giovanili, non è da escludere una possibile partecipazione al prossimo Europeo 2021.

Un passato da predestinato, che l’ha visto togliersi una delle più grandi soddisfazioni con il bellissimo gol vittoria segnato a Gianluigi Buffon in un Milan-Juve dell’ottobre 2016.

Nell’estate 2018, complice anche il ridotto minutaggio in rossonero, “Loca” si è trasferito in Emilia Romagna, dove ha trovato più spazio e dimostrato tutta la sua classe. Centrocampista versatile, bravo nel far girar palle e nel lavoro sporco davanti alla difesa, ha per larghi tratti impressionato nelle ultime due stagioni, conquistando anche i graditi apprezzamenti dell’opinionista ed ex calciatore Lele Adani, che nel gennaio scorso diceva: “Locatelli è un giocatore di valore straordinario e nessuno ne parla. Puó giocare in qualsiasi squadra al mondo. Ha dominio in campo, si esprime senza confini, ha un potenziale da fuoriclasse. Guardatelo, lo dico osservando la telecamera con i miei occhi: è un giocatore enorme. È un altro rispetto a quel Milan-Juve, ora è un calciatore totale”.


Al centro di diverse voci di calciomercato (qualcuno lo accosta anche alla Vecchia Signora), il talento galbiatese non smette di aggiungere tasselli importanti alla sua carriera: l’ultimo è arrivato ieri sera, in occasione del pareggio a Cagliari, dove Locatelli è stato capitano del suo Sassuolo, commentando così nel post-partita: “Peccato perché meritavamo di più! Una bella emozione indossare la fascia.”

G. G.

 

DAL NOSTRO ARCHIVIO:

SUPER GOL ANCHE ALLA JUVE: È NATA UNA STELLA, SI CHIAMA MANUEL LOCATELLI DA GALBIATE

 

Pubblicato in: Galbiate, Calcio Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .