PICCOLO GIRO DI LOMBARDIA:
VINCE ALLO SPRINT BAGIOLI,
PRIMO AZZURRO DOPO IL 2015

OGGIONO – Andrea Bagioli mette le mani sul Piccolo Giro di Lombardia. Dopo essere già stato secondo l’anno passato, all’ultimo anno nella categoria under 23 il corridore del team Colpack si aggiudica la novantunesima edizione della classica d’autunno dedicata ai dilettanti, versione baby del Giro di Lombardia del 12 ottobre.

Bagioli riporta l’Italia al successo dopo quattro anni imponendosi d’autorità in una volata a due con il francese Champoussin. Bagioli e il suo avversario si sono staccati dal gruppo di testa sull’ultima salita a Marconaga di Ello, dove l’italiano ha saputo rispondere a un tentativo di allungo del transalpino per poi involarsi verso il traguardo in una volata senza storia. Terzo posto per Mattia Petrucci.

La giornata di sport che ha coinvolto una grande folla di appassionati si è conclusa con il podio in piazza Manzoni, dove i primi tre classificati sono stati premiati da Daniele Fumagalli, presidente di Velo Club e dal Sindaco di Oggiono Chiara Narciso. Al team del vincitore è stato consegnato anche il 5° trofeo Memorial “Giorgio Frigerio” consegnato dalla famiglia Frigerio. Un riconoscimento è andato anche al vincitore del Gran Premio della Montagna Madonna del Ghisallo Samuele Zoccarato.

Mi è sempre piaciuta questa corsa, fin da quando sono venuto qui l’anno scorso. Conoscevo bene Champoussin, quando ha cercato l’allungo sull’ultimo strappo ho cercato di tenergli testa, per fortuna poi è andato tutto bene nella volata finale” sono state le parole a caldo del vincitore che ora si concederà un po’ di riposo ma è già pronto al salto di categoria tra i professionisti.

Fabio Ripamonti

 

 

Pubblicato in: Oggiono, Hinterland, Sport Tags: , , , ,

Condividi questo articolo

Articoli correlati