SPACCIO NELL’OGGIONESE:
INCONTRO IN PREFETTURA

LECCO – Nella mattinata in Prefettura una riunione per raccogliere le preoccupazioni sul fenomeno dello spaccio di stupefacenti nell’area dell’oggionese. Presieduto dal viceprefetto vicario Laura Maria Motolese, l’incontro è stato richiesto dalla conferenza dei sindaci.

In un clima di piena collaborazione e reciproco riconoscimento per il lavoro finora svolto, l’incontro è stato una proficua occasione di approfondimento e di confronto sulla complessità del fenomeno, sia nelle adiacenze di contesti urbani che nelle aree boschive, sui risultati dell’attività di contrasto costantemente svolta dalle Forze di polizia, anche negli ultimi mesi, nonché sulla necessità di apprestare una risposta sinergica tanto sul piano repressivo e di controllo del territorio quanto su quello social-preventivo.

Fra le iniziative esaminate, i sindaci presenti hanno espresso vivo apprezzamento per la proposta di attivare, da parte del questore, un tavolo tecnico esteso alla partecipazione delle polizie locali per pianificare e coordinare operativamente l’attività di contrasto, nei rispettivi ambiti di competenza.

Al termine dell’incontro è stata condivisa l’opportunità che il confronto rimanga aperto, con l’assunzione dell’impegno reciproco a un aggiornamento periodico, finalizzato a modulare costantemente la risposta istituzionale e ad elaborare progettualità concrete di carattere sistematico.

Immagine di repertorio

Alla riunione hanno preso parte il questore Alfredo D’Agostino, il comandante provinciale dell’arma dei carabinieri Igor Infante, il comandante provinciale della guardia di finanza Paolo Cussotto, il presidente della conferenza e sindaco di Molteno e gli amministratori dei Comuni di Castello Brianza, Bosisio Parini, Cesana Brianza, Colle Brianza, Sirone, Nibionno (nonché presidente della Provincia di Lecco), Rogeno, Costa Masnaga, Dolzago, Ello, Garbagnate Monastero e Oggiono.

 

Pubblicato in: Oggiono, Hinterland, Nera Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati