TORNA IL TEATRO A OGGIONO,
DAL 26 GIUGNO 7 SPETTACOLI
PER ADULTI E PER BAMBINI

OGGIONO – La stagione degli eventi estivi è ormai ripartita e a Oggiono è in arrivo una piacevole conferma per gli amanti del teatro. Sabato 26 giugno infatti prenderà il via la 2ª edizione della Piccola Rassegna di Teatro. L’iniziativa è una produzione della scuola di danza e teatro StendhArt di Oggiono e quest’anno le novità in programma sono molte, a cominciare dalle rinnovate dimensioni e ambizioni dell’evento. Il numero di spettacoli previsti sale a sette grazie alla collaborazione e al patrocinio delle amministrazioni comunali di Oggiono e Molteno. Il programma si fa inoltre ancora più vario e diversificato per raggiungere tutti i tipi di pubblico con l’obbiettivo di offrire serate di qualità e allo stesso tempo fresche e piacevoli.

“Siamo molto contenti perché la Città di Oggiono ha rinnovato la fiducia nei nostri confronti consentendoci di realizzare una seconda edizione della manifestazione. L’esperienza dell’anno scorso è stata un po’ una scommessa al buio da parte di entrambi e il riscontro è stato molto positivo. Inoltre quest’anno si è aggiunta Molteno che ospiterà due appuntamenti – racconta Nicola Bizzarri di StendhArt – Abbiamo fatto una selezione tra il gran numero di proposte che ci sono arrivate ricercando la massima varietà di generi e di pubblico. In cartellone ci sono anche due spettacoli per bambini e famiglie, tra cui un’anteprima nazionale di una realtà teatrale locale piuttosto affermata a livello nazionale, uno spettacolo di danza e teatro-danza e una serata di concerto-teatro”.

Gli spettacoli si terranno al parco di Villa Sironi a Oggiono e al parco di Villa Rosa a Molteno e il primo appuntamento è in programma sabato 26 giugno alle 21 a Oggiono. A andare in scena sarà la compagnia Panedentiteatro nello spettacolo Buoni e cattivi, per la regia di Stefano Panzeri. Rivolgendosi alle famiglie e ai bambini da 6 anni in su, lo spettacolo in anteprima nazionale ripercorre le fiabe e i personaggi più conosciuti interrogandosi sul significato di bene e male e mettendo a confronto i ruoli dei buoni con quelli dei cattivi, con esiti divertenti ma senza tralasciare un messaggio profondo che sarà in grado di affascinare e conquistare anche gli adulti.

Sabato 3 luglio alle 21 Villa Sironi ospiterà la produzione The Dreamers della compagnia di teatro – danza Osteoporosys Dance Theatre, per la regia di Piero Bellotto. Durante la serata si esibiranno anche gli allievi della sezione danza di StendhArt con le coreografie premiate ai concorsi nazionali.

Sabato 10 luglio sempre a Oggiono allo stesso orario andrà in scena La Gemma di Dante, senza dimenticare le altre, la nuova produzione StendhArt diretta e interpretata da Nicola Bizzarri. L’attore professionista e insegnante di recitazione ha recentemente ricevuto il premio letterario dedicato alla memoria di Giovanni Leone e assegnato dall’associazione culturale e teatrale romana Luce dell’Arte. Il riconoscimento premia i migliori testi nelle sezioni narrativa, poesia e teatro.

L’autore oggionese è stato insignito del premio assoluto della critica per il suo spettacolo Superhero – avventure da orfano. “Sono molto felice perché non mi era mai capitato di ricevere un premio per il testo di un mio spettacolo e perché mi piace molto scrivere – spiega Nicola -. Mi ha fatto sorridere il fatto che il tema di quest’anno fosse i valori della famiglia, e che la giuria abbia ritenuto valido e degno di riconoscimento uno spettacolo scritto da una persona che la famiglia non ce l’ha e che parla della condizione di essere orfani. O che forse proprio per questo riesce a parlare di famiglia meglio di altri perché osserva e descrive quello che le altre persone hanno e che a lui manca”. Lo spettacolo ha debuttato a Lecco nel 2018 ma continua il suo tour e verrà riproposto il 19 luglio a Pusiano, nella rassegna Artigiano organizzata da Il Giardino delle Ore di Erba.

Con la sua ultima fatica, realizzata in collaborazione con Università del Monte di Brianza e con il violinista Luca Redaelli, Bizzarri rende omaggio alla figura di Dante Alighieri in occasione dei 700 anni dalla morte, ma soprattutto alle figure femminili che ruotano intorno al Sommo Poeta nella sua vita privata e all’interno della sua opera più conosciuta e celebrata, la Divina Commedia. Il punto di vista adottato sarà per l’appunto quello di Gemma Donati, donna e moglie dimenticata del poeta. “Sarà uno spettacolo incentrato su temi importanti ma senza rinunciare a un taglio ironico. Che alla fine è il mio modo di scrivere e di raccontare storie, quello che più mi diverte e che ho adottato per Superhero e per ogni mio testo. Prendere un tema anche spigoloso o scomodo e smussarlo attraverso l’ironia, avvicinandolo così a un pubblico che difficilmente si approccerebbe ad esso se fosse trattato in maniera più seria”. La Gemma di Dante avrà una replica anche a Molteno il 4 settembre.

Domenica 18 luglio alle 20.30 appuntamento a Villa Rosa di Molteno per I grandi viaggi di Passpartout e Giramondo, spettacolo di tecniche miste con attori, burattini e musica dal vivo per la regia di Loredana Bugatti. Rivolgendosi ai bambini dai 5 anni in su, i due protagonisti raccontano i loro viaggi dal Maghreb all’America Latina con favole, canzoni e filastrocche per portare i più piccoli alla scoperta del mondo e delle sue culture.

Sabato 24 luglio alle 21 a Oggiono sarà la volta di Piero l’italianò, concerto – teatro di e con Simone Severgnini prodotto da Il Giardino delle Ore. Lo spettacolo rende omaggio alla figura di Piero Ciampi, una delle voci più originali e controverse della canzone d’autore italiana, attraverso la commistione di musica dal vivo e teatro.

La Piccola rassegna di Teatro si concluderà sabato 7 agosto a Oggiono con lo spettacolo Vado al massimo – vizi e virtù di un runnerdipendente, di e con Paolo Mazzocchi. L’autore ha voluto celebrare la propria passione e quella di molti altri per la corsa prendendosi anche un po’ in giro. Il suo obiettivo è quello di capire le motivazioni che spingono molti appassionati corridori a infilarsi le scarpe e superare i propri limiti. Drammaturgicamente ha cercato di rispettare le varie fasi che un runner attraversa durante la corsa: l’entusiasmo, la lucidità, la fatica e i deliri, scoprendo che questa attività è un concentrato della vita stessa. Con questo spettacolo Paolo Mazzocchi ha vinto il premio Giovani Realtà del Teatro nel 2013.

In caso di maltempo gli spettacoli si terranno al PalaBachelet di Oggiono e il teatro dell’oratorio di Molteno. L’ingresso è libero e si raccomanda la prenotazione scrivendo a lapiccolarassegna@gmail.com o telefonando al n. 339 5710559. Tutti gli spettacoli verranno realizzati nel rispetto delle disposizioni e delle norme anti-Covid.

Fabio Ripamonti

Pubblicato in: Cultura, Eventi, Teatro, Oggiono, Hinterland Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .