CASO BUONI PASTI A DERVIO:
+EUROPA: “CONDANNA A VITA
DA PASDARAN DELLA MORALE”

DERVIO – Il Comune di Dervio intende condizionare il rilascio dei buoni spesa per l’emergenza Coronavirus, al requisito dell’assenza, all’interno del nucleo familiare richiedente, di persone condannate per reati “connessi allo spaccio di stupefacenti, di associazione mafiosa e di evasione fiscale”.

“Si tratta di condizioni illegittime ed arbitrarie – commenta +Europa Lario – sia perché vanno a penalizzare nuclei familiari che sarebbero chiamati a rispondere oggettivamente di condotte ascrivibili ad un solo componente, sia perché l’art. 38 della Costituzione sancisce il principio assoluto che ogni cittadino inabile al lavoro e sprovvisto dei mezzi necessari per vivere abbia diritto al mantenimento e all’assistenza sociale”.

> CONTINUA A LEGGERE su

Dervio. +Europa sui buoni spesa “Condanna a vita, da pasdaran della morale”

 

Pubblicato in: politica, Lago Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .