IL FUNERALE PUÒ ATTENDERE,
LA CRISI DELLA HUSQVARNA
VA IN REGIONE E DA DI MAIO

VALMADRERA – Da lunedì prosegue l’assemblea permanente fuori dai cancelli della Husqvarna a Valmadrera. I dirigenti della multinazionale vogliono dismettere la produzione e tagliare 80 dipendenti su 102 ma i lavoratori non si rassegnano e continuano la mobilitazione.

La crisi presto approderà in consiglio regionale della Lombardia. “Ho chiesto un’audizione urgente, in IV Commissione Attività produttive, con le parti sociali e datoriali, la Provincia di Lecco e la proprietà”, annuncia Raffaele Stranierio, consigliere regionale del Pd e componente della Commissione. “La nostra comunità – aggiunge Straniero – è seriamente preoccupata da questa ennesima, grave crisi aziendale. La dismissione completa della produzione con il conseguente licenziamento dei lavoratori avrebbe un contraccolpo davvero pesante sul territorio”.

Mobilitato a favore dei lavoratori anche il Movimento 5 stelle, anche il consigliere Raffaele Erba ha depositato in Regione la richiesta di audizione in Commissione Attività Produttive. “Il primo tentativo sarà quello di portare la crisi dell’Husqvarna all’attenzione del Ministero dello Sviluppo Economico affinché anche il Governo possa attivare le misure a sua disposizione per scongiurare conseguenze negative per tutti i lavoratori coinvolti”, dichiara Erba.

 

 

Pubblicato in: lavoro, Valmadrera Tags: , , , ,

Condividi questo articolo

Articoli correlati