LE GUIDE DI LECCONEWS/ DIVENTARE VOLONTARI PC E CRI

LECCO – Aggiorniamo con una versione ampliata e leggermente “corretta” la puntata di ieri delle Guide di Lecconews, in cui vi abbiamo spiegato come si fa a diventare volontari, della Protezione Civile e della Croce Rossa.

  • PROTEZIONE CIVILE (a cura di Diego Panzeri)

La Protezione Civile è costituita, per la maggior parte, da volontari, pronti a partire e mettersi in gioco per garantire aiuto e sostegno alle popolazioni in difficoltà, durante il giorno o la notte, durante le feste e le proprie ferie oppure in giorni feriali. Ma cos’è la protezione civile? Col termine Protezione Civile s’intendono tutte le strutture e le attività messe in campo dallo stato per tutelare l’integrità della vita, i beni, gli insediamenti e l’ambiente dai danni o dal pericolo di danneggiamenti derivanti da calamità naturali, da catastrofi e da altri eventi tragici.

Per entrare a far parte dei volontari della protezione civile è necessario frequentare un corso  nella sede della protezione civile più vicina alla propria residenza (nel caso della Valsassina a Lecco), nel quale, attraverso lezioni teoriche e pratiche vengono illustrate le tecniche di primo soccorso, l’organizzazione dei servizi base, le comunicazioni radio, il montaggio di tende e l’illuminazione del campo base oltre alla lettura delle carte e l’orientamento sul territorio.
Il corso di primo livello volontari della protezione civile si tiene solitamente nei primi mesi autunnali. Per ulteriori informazioni potete consultare questo documento dove viene spiegato dettagliatamente l’attività della Protezione Civile.
  • CROCE ROSSA
Per accedere alla Croce Rossa Italiana come volontari è necessario seguire un “Corso Base di Accesso” della durata di circa 12 lezioni (che possono variare in base al numero degli iscritti). Le lezioni del Corso Base permettono di avere una panoramica completa sull’associazione, sulla sua storia, sul suo funzionamento e sulle sue attività. Le lezioni sono tenute da Istruttori CRI delle varie discipline trattate.
Una volta terminato e superato il Corso Base si è “Volontari della Croce Rossa Italiana” e, come tale, si possono svolgere una serie innumerevole di attività. Ad esempio, un volontario, terminato il Corso Base, può donare il suo tempo nelle attività socio-assistenziali, di protezione civile, svolgendo turni al centralino, per attività di raccolte fondi e manifestazioni nelle piazze. Tutto questo senza minimamente entrare a contatto con le “situazioni forti” che si possono trovare in ambulanza.
Per chi volesse proseguire il percorso formativo che terminerà poi con l’esame per essere abilitati a salire in ambulanza come “Soccorritore 118” viene attivato, in coda al Corso Base, il Corso Regionale 120 ore. Un corso diviso in due moduli, uno da 40 e uno da 80 ore che permette, con il primo step, di uscire in ambulanza per i servizi non-118 (i trasporti cosiddetti “secondari”) e, con il secondo step, di uscire in ambulanza per i servizi 118.
Il concetto che da anni la CRI porta avanti è che tutti possono diventare volontari della Croce Rossa indipendentemente dall’attitudine che uno può avere per gli “scenari forti”.
Prima della fine del 2013 avrà inizio un Nuovo Corso Base (la data è ancora da fissare).
Per maggiori informazioni sulle attività del nostro Comitato e sul nuovo corso base si può far riferimento a www.crilecco.it e formazione@crilecco.it

 

Pubblicato in: Le guide di LeccoNews Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .