168 ANNI DI POLIZIA DI STATO:
IL BILANCIO DEI DODICI MESI
E GLI AGENTI PREMIATI

LECCO – Celebrato in forma simbolica con la deposizione di una corona alla memoria dei caduti il 168° anniversario della fondazione della Polizia di Stato. Nel cortile della Questura di Lecco, per salvaguardare la salute della comunità e degli stessi agenti, presenti questa mattina solo il prefetto Michele Formiglio e il questore Filippo Guglielmino.

Anche se in tono minore, l’anniversario è occasione per premiare i poliziotti che si sono distinti nell’ultimo anno e per tirare le somme dell’operato di donne e uomini in servizio sul nostro territorio.

> Sfoglia le statistiche dell’ultimo anno

Il messaggio del questore Guglielmino

Ricorre oggi il nostro anniversario di fondazione, ma evidentemente la situazione di emergenza sanitaria nazionale impedisce di condividere con le SS.LL. il tradizionale momento celebrativo istituzionale.

Ringrazio il Signor Prefetto, il Presidente del Tribunale ed il Procuratore della Repubblica, i Comandanti Provinciali dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza con i quali condividiamo quotidianamente il comune impegno, il Comandante provinciale dei Vigili del Fuoco e la Direttrice della Casa Circondariale, le Polizie Locali, 1 Sindaci della provincia a partire dal capoluogo unitamente al Presidente della Provincia, le Associazioni professionali e di categoria ed il variegato mondo del volontariato rispettivamente per le direttive, le indicazioni, gli stimoli e la stima che ci pervengono per migliorare il nostro lavoro, in un’ottica di collaborazione istituzionale proficua e rispettosa dei diversi ruoli, come è giusto che sia nell’ambito di questo operoso contesto lecchese.

Un sentito ringraziamento rivolgo anche al Prevosto Don Milani ed agli organi di stampa che, in diversi ambiti e con diversi ruoli, so di essere particolarmente vicini alla nostra istituzione.

In questo frangente tuttavia il mio pensiero e, a nome di tutti 1 poliziotti della provincia di Lecco, il mio ringraziamento “in primis” vanno al Direttore dell’ASST Dott. Paolo Favini per quanto i sanitari stanno eroicamente facendo a beneficio di tutta la collettività, nschiando anche in prima persona.

Una sintesi dei risultati operativi conseguiti nel corso del 2019 è stata diramata ai media, ma aldilà di questi dati che testimoniano l’impegno e l’abnegazione delle donne e degli uomini della Polizia di Stato che per il terzo anno ho l’onore di rappresentare in questa provincia, è in particolare nell’ultimo mese che tutto ciò si è evidenziato mediante gli incessanti servizi di controllo sul territorio per rendere effettive le misure di contrasto al contagio disposte dalle autorità Sanitarie e di Governo.

Quanto fatto rappresenta la testimonianza più chiara del nostro impegno ESSERCI SEMPRE, come ribadito anche dal Signor Capo della Polizia-Direttore Generale della Pubblica Sicurezza Prefetto Franco Gabrielli.

In conclusione di questo mio breve ma sentito saluto mi piace ricordare un motto latino di Cicerone studiato net lontani anni del liceo, mai così attuale credo come in questo momento, per noi tutti: SALUS REI PUBLICAE SUPREMA LEX ESTO

 

Personale della Polizia di Stato distintosi nel corso di operazioni di servizio

PROMOZIONE PER MERITO STRAORDINARIO
Concesso al Commissario della Polizia di Stato Domenico Nera ed al Vice Ispettore della Polizia di Stato Rodolfo Marco Ratti con la seguente motivazione:
“Evidenziando eccezionali capacità professionali e straordinario intuito investigativo dirigeva/espletava un’operazione di polizia giudiziaria, denominata “Terre Vaste”, condotta nei confronti di una cellula jihadista operante nelle province di Lecco e Varese, che si concludeva con l’applicazione della misura cautelare in carcere nei confronti di 6 soggetti, di cui 2 resisi latitanti e la denuncia in stato di libertà di altri due, per i reati previsti dall’art. 270 bis c.p. e seguenti.
Lecco, 28 aprile 2016”

ENCOMIO SOLENNE
Concesso all’Assistente Capo della Polizia di Stato Silvia Poletti con la seguente motivazione:
“Evidenziando spiccate capacità professionali e non comune determinazione operativa espletava un’operazione di polizia giudiziaria, denominata “Terre Vaste”, condotta nei confronti di una cellula jihadista operante nelle province di Lecco e Varese, che si concludeva con l’applicazione della misura cautelare in carcere nei confronti di 6 soggetti, di cui 2 resisi latitanti e la denuncia in stato di libertà di altri due, per i reati previsti dall’art. 270 bis c.p. e seguenti.
Lecco, 28 aprile 2016”

ENCOMIO
Concessa ai Vice Ispettori della Polizia di Stato Emiliano Panzeri e Pierangelini, all’Assistente Capo Coordinatore della Polizia di Stato Giuseppe Messineo, agli Assistenti Capo della Polizia di Stato Marco Balossi e Renato Santoro ed all’Agente Scelto della Polizia di Stato Gessica Lipomi con la seguente motivazione:
“Evidenziando capacità professionali e notevole intuito investigativo espletava un’operazione di polizia giudiziaria, denominata “Terre Vaste”, condotta nei confronti di una cellula jihadista operante nelle province di Lecco e Varese, che si concludeva con l’applicazione della misura cautelare in carcere nei confronti di 6 soggetti, di cui 2 resisi latitanti e la denuncia in stato di libertà di altri due, per i reati previsti dall’art. 270 bis c.p. e seguenti.
Lecco, 28 aprile 2016”

LODE
Concessa al Vice Ispettore della Polizia di Stato Giuseppe Cantini ed all’Assistente Capo della Polizia di Stato Stefano Marrone con la seguente motivazione:
“Per l’impegno profuso nell’espletare un’operazione di polizia giudiziaria, denominata “Terre Vaste”, condotta nei confronti di una cellula jihadista operante nelle province di Lecco e Varese, che si concludeva con l’applicazione della misura cautelare in carcere nei confronti di 6 soggetti, di cui 2 resisi latitanti e la denuncia in stato di libertà di altri due, per i reati previsti dall’art. 270 bis c.p. e seguenti.
Lecco, 28 aprile 2016”

LODE
Concessa al Vice Ispettore della Polizia di Stato Pietro Ailello con la seguente motivazione:
“Dando prova di capacità professionali e intuito investigativo, portava a termine un’attività di polizia giudiziaria che si concludeva con il fermo di un individuo resosi responsabile del delitto di violenza sessuale.
Lecco, 07 dicembre 2016”

ENCOMIO
Concessa all’Assistente Capo Coordinatore della Polizia di Stato Massimiliano Patuzzo con la seguente motivazione:
“Evidenziando spiccate qualità professionali e spirito di iniziativa, espletava un intervento di soccorso pubblico in favore del conducente di un’autovettura, interessata da un incendio, nei pressi di un plesso scolastico.
Lecco, 19 gennaio 2017”

LODE
Concessa ai Vice Ispettori della Polizia di Stato Cristian Fumagalli e Gianluca Biancone con la seguente motivazione:
“Dando prova di capacità professionali ed intuito investigativo, coordinava un’attività di polizia giudiziaria che si concludeva con l’arresto di due cittadini italiani, di cui uno pregiudicato, responsabili dei reati di ricettazione di documenti rubati in bianco, creazione ed utilizzo di atti falsi.
Lecco, 25 gennaio 2017”

LODE
Concessa all’Assistente Capo della Polizia di Stato Mario Venturini ed all’Assistente della Polizia di Stato Tommaso Paparella con la seguente motivazione:
“Dando prova di capacità professionali ed intuito investigativo, espletava un’attività di polizia giudiziaria che si concludeva con l’arresto di due cittadini italiani, di cui uno pregiudicato, responsabili dei reati di ricettazione di documenti rubati in bianco, creazione ed utilizzo di atti falsi.
Lecco, 25 gennaio 2017”

 

 

Pubblicato in: Città Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati