RIONI DI ACQUATE E GERMANEDO
IN PIAZZA A FINE SETTIMANA
PER LA “FESTA DI PRIMAVERA”

LECCO – Un pomeriggio tra conferenze e tavole rotonde per pensare e progettare una Scuola Sconfinata insieme a rappresentanti delle istituzioni, studiosi, insegnanti e ospiti d’eccezione come Michelangelo Pistoletto e un’intera giornata di Festa di Primavera, con laboratori e attività per ragazzi e bambini in programma nelle corti dei rioni di Acquate e Germanedo. Il prossimo fine settimana porta con sé diverse iniziative nel cuore dei Quartieri del Terzo Paradiso di Lecco, territorio laboratorio in cui, negli ultimi anni e attraverso l’arte e momenti di riflessione collettiva, si stanno sperimentando innovativi modelli di convivenza e sostenibilità ambientale, sociale ed economica.

Un progetto ampio e ambizioso, promosso da Crams di Lecco, ATS Brianza e ASST Lecco nell’ambito dei progetti “City4Care” (Interreg Italia-Svizzera) e “Attiviamoci/Impliquons-nous” (bando cultura di Fondazione Cariplo) e che per venerdì 18 e domenica 20 marzo 2022 ha in cartellone momenti di dibattito e approfondimento ma anche di musica e creatività nelle corti e nelle piazze, che per l’occasione divengono luoghi di condivisione, di scambio intergenerazionale e di conoscenza di realtà attive nei quartieri come Lab. 22, Enaip Lombardia Lecco, Associazione nazionale Alpini Sezione di Lecco – gruppo di Acquate, Comunità Pastorale Beata Vergine di Lourdes Acquate-Bonacina-Olate e Circolo dilettantistico di scacchi Boriss Spassky Lecco.

Andando con ordine, a inaugurare il fine settimana è il pomeriggio di venerdì: con il titolo “La Città del 2422. Prospettive, spazi e azioni per la società del presente” e in programma dalle 14.30 alle 18.30 al Circolo Promessi Sposi, l’evento ha per obiettivo quello di aprire una riflessione su un nuovo modo di intendere la scuola, qui definita “sconfinata”. Un’idea teorizzata e approfondita nel libro “Scuola Sconfinata. Proposta per una rivoluzione educativa”, in cui diversi autori tra cui Micaela Bordin, Annabella Coiro, Elisa Roson, Nazario Zambaldi e Cesare Moreno, tutti presenti all’incontro di venerdì, propongono una scuola che torni a essere bene comune, sconfinando e tracimando per fare delle città, dei paesi, dei diversi contesti di vita dei luoghi significativi e inclusivi di apprendimento.

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 2 persone e mappa

«La città esiste – spiega, infatti, Angelo Riva, presidente di Crams – se offre possibilità di vivere una vita accettabile attraverso la molteplicità delle relazioni e delle occasioni che offre. La città può diventare il luogo dei desideri che si intrecciano piuttosto che un luogo di domanda ed offerta di servizi, di botta e risposta tra bisogni e provvidenze. La città esiste se è capace di rigenerarsi continuamente, ossia se si rinnova restituendo significato al contratto sociale, alle alleanze umane su cui è fondata. Una città esiste se è mutabile cioè se è giovane, è aperta al cambiamento come lo sono i giovani quando noi adulti non gli abbiamo rovinato il desiderio di esserlo. Tra città e giovani c’è una reciprocità generativa: la città che non si offre ai giovani come luogo del cambiamento possibile e del desiderio non è una città, ma un semplice accampamento di cui le periferie diventano la sua discarica umana».

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona

Da qui l’intento di rendere i QTP di Lecco un territorio laboratorio per la sperimentazione di un simile modello di educazione, il tutto partendo da una conferenza che vedrà intervenire, durante il pomeriggio di venerdì (aperto al pubblico. Per prenotazioni scrivere a info@qtplecco.it) e oltre agli autori del libro citato, anche l’artista Michelangelo Pistoletto, lo scrittore nonché assessore alla cultura del 3° municipio di Roma Christian Raimo, Giacomo Gilmozzi dell’Institut de recherche et d’innovation del Centre Pompidou di Parigi (in collegamento da remoto), i docenti di Pedagogia Sara Nosari (Università degli Studi di Torino) e Francesco Cappa (Milano Bicocca), l’assessore all’Istruzione del Comune di Lecco Emanuele Torri e il dirigente dell’istituto comprensivo Lecco 3 Massimiliano Craia. Una riflessione, questa, che andrà avanti anche per l’intera giornata di sabato, quando si susseguiranno una serie di altre tavole rotonde tra gli ospiti, questa volta a porte chiuse.

Ma il fine settimana ha in cartellone, come detto, anche una lunga domenica di attività per bambini e ragazzi e non solo: una festa pensata in occasione dell’arrivo della Primavera e che porta avanti quanto già fatto con il Koko Camp estivo, la Festa di Santa Lucia dello scorso dicembre e i laboratori delle Fabbriche temporanee creative, partiti a febbraio. Una domenica che proporrà sette diversi workshops, da quello teatrale alla tv di quartiere, dal Soundbeam al gioco degli scacchi, dalla pittura con la verdura ai fiori realizzati con la carta, fino al laboratorio di approccio al riconoscimento della propria impronta vocale. Una giornata, ancora, che sarà arricchita da due momenti musicali, il primo fissato per le 10.30 in Piazza della Vittoria in compagnia del  Collettivo d’improvvisazione Vladimir Majakovskij, performance musicale sulle note del “Valzer dei Disertori”, rielaborazione della canzone “Fuoco e Mitragliatrici” di Roberto Leidy. Un inno libero e antimilitarista che prende la forma di un valzer collettivo, di una nuova primavera. Altro appuntamento con la musica quello in programma per le 16 in Piazza V Alpini con Tribal city. “100 tamburi in città”, progetto aggregativo e inclusivo promosso dal Crams, coordinato da Carlo Ravot e aperto a insegnanti e allievi delle Scuole di Musica, allievi delle scuole pubbliche e private, gruppi, laboratori ed ensemble di percussioni, associazioni, singoli musicisti e a chiunque voglia prendere parte alla sua realizzazione. Infine, dalle 15.30 in Piazza V Alpini, sarà allestita un’area ristoro grazie agli Alpini della sezione di Acquate: un’occasione per assaggiare anche i “grissini del Terzo Paradiso”, realizzati dagli studenti della scuola Enaip.

Informazioni – Per partecipare ai laboratori e alle tavole rotonde scrivere una mail a info@qtplecco.it. Il programma dettagliato con tutte le attività e i relativi orari è consultabile al seguente link: https://c-r-a-m-s.jimdo.com/qtp-attiviamoci-c4c/festa-di-primavera/

La Festa di Primavera è organizzata dal Crams di Lecco nell’ambito dei progetti “City4Care” (Interreg Italia-Svizzera) e Attiviamoci/Impliquons-nous” (bando cultura di Fondazione Cariplo). L’evento vede la collaborazione di Lab. 22, Enaip Lombardia Lecco, Associazione nazionale Alpini Sezione di Lecco – gruppo di Acquate, Comunità Pastorale Beata Vergine di Lourdes Acquate-Bonacina-Olate e Circolo dilettantistico di scacchi Boriss Spassky Lecco. Partner di “Attiviamoci/Impliquons-nous: Cittadellarte – Fondazione Pistoletto, Caritas Ambrosiana, Comune di Lecco, Koko NYC.

Pubblicato in: Associazioni, Città, Cultura, Eventi, Giovani Tags: 

Condividi questo articolo

Ultimi articoli pubblicati

GixSoft88 Rev. 022022 .