AL BADONI L’HAKATHON 2022
PREMIA I “SAPERE AUDE”

LECCO – Conclusa sabato la competizione Hakathon, prevista nell’ambito dei festeggiamenti per il 75° dell’Istituto Badoni con la collaborazione di Softeam SpA.

La gara, una maratona di 24 ore no stop iniziata ufficialmente ieri e già giunta alla sua terza edizione, ha avuto come protagonisti 50 ragazzi di 4^ e 5^ appartenenti a tutte le articolazioni presenti nella scuola, che si sono sfidati per creare liberamente un progetto ex novo seguendo come tema principale ‘Il luogo di lavoro del futuro’.

La giuria che aveva il compito di valutare i lavori era composta da 8 elementi, 5 membri appartenenti all’Istituto Badoni e precisamente la dirigente Luisa Zuccoli, i docenti Stefano Coppola, Chiara Giambagli, Fabrizio Montanaro e Andrea Volpato e 3 membri della Softeam. Era anche prevista la possibilità per i tutor (professori e personale della Softeam) che non appartenevano alla giuria, di segnalare eventuali note positive o negative, rilevate durante i turni di supporto.

Il punteggio, assegnato a ciascuno degli 11 gruppi che hanno partecipato, ha tenuto presente dei parametri Idea-Logo-Documento-Prototipo-Presentazione e Reel.

Le consegne sono state scandite da un calendario che è stato consegnato da subito ai partecipanti e che prevedeva un ritmo di lavoro serrato e ben organizzato, mentre la novità rispetto alle edizioni precedenti consisteva nella realizzazione di un REEL di 15-30 secondi in cui presentare il prototipo/applicazione.

Alla squadra vincitrice è stato assegnato un premio da 1.000 euro mentre 2 menzioni speciali, rispettivamente una da parte della scuola e l’altra da parte di Softeam, hanno visto l’assegnazione di 2 buoni amazon da 300 euro l’uno.

Il primo premio è stato assegnato al gruppo SAPERE AUDE, con un punteggio di 446 e una valutazione in sintonia tra le 2 componenti della giuria; i ragazzi del gruppo erano: Gabriele Carissimi, Marco Illarietti, Gabriel Ardean, Pietro Tarenzi e Andrea Donato.

Le 2 menzioni sono andate al gruppo Quelli dell’Office, assegnato da Softeam per la modalità di lavoro e di approccio, e Slow Starter, assegnato dalla scuola, per la capacità comunicativa.

L’esperienza ha raccolto il plauso dei partecipanti e la grande soddisfazione dei vincitori, ora si attende il prossimo appuntamento, con i tornei sportivi riservati agli studenti e previsti per venerdì 18 p.v.

Pubblicato in: Città, Cronaca, Cultura, Eventi, Giovani, Scuola, tecnologia Tags: 

Condividi questo articolo

Ultimi articoli pubblicati