AL BAR CON DUE COLTELLI:
NON ERA TERRORISMO,
MA FINISCE A PROCESSO

(Archivio)

LECCO – Era entrato in un locale di viale Turati brandendo coltelli da cucina e inizialmente aveva fatto temere un attacco terroristico.

Per questo è finito a processo a Lecco L. B., originario del Marocco all’epoca 43enne.

Era il 29 luglio di tre anni fa, l’atteggiamento dell’uomo sembrò minaccioso verso i clienti del bar ma prima di venire bloccato dagli agenti della Digos si ferì con le stesse armi da taglio – due grossi coltelli da cucina lunghi decine di centimetri.

Il processo è stato rinviato al prossimo marzo 2021 e non è escluso che il nordafricano possa essere sottoposto a una perizia psichiatrica.

RedCro

 

Pubblicato in: Immigrazione, Cronaca, Città, Nera Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati