AMIANTO KILLER, FLASH MOB
IN PIAZZA GARIBALDI

LECCO – Flash mob organizzato dal Gruppo Aiuto Mesotelioma e dagli studenti di 3a e 4a del Liceo Artistico sezione grafica di Lecco coordinati dalla professoressa Elena Taschetti e dal prof. Mario Carzaniga. Gli studenti, incalzati dalle note della canzone degli Assalti Frontali dal titolo Asbesto, si sono vestiti con tute bianche e mascherine e la maglietta con il logo ideato da loro: “AMIANTO KILLER”.

Venerdì 31 maggio alle 17 in piazza Manzoni verrà inaugurato il monumento che sarà ‘memoria viva e attiva’ delle vittime dell’amianto. Sarà infatti piantata la Pianta di Davidia Involucrata ovvero la pianta proveniente dal Vivaio Eternot di Casale Monferrato – ubicato laddove sorgeva la fabbrica della Eternit – che ha costituito il premio riconosciuto a Cinzia Manzoni presidente del Gruppo Aiuto Mesotelioma per l’impegno profuso nella lotta al killer silenzioso che ancora oggi è l’amianto.

Il momento si svolgerà in occasione dell’inaugurazione, alle 18 nelle sale della Torre Viscontea, della mostra ‘Liberi di Respirare Amianto Killer‘.

Un monumento – la Davidia Involucrata – vivo. La pianta è anche detta ‘pianta dei fazzoletti‘ per i suoi fiori bianchi che simboleggiano la possibilità di asciugare le lacrime di chi ha vissuto in prima persona il dramma dell’amianto, a Casale Monferrato come a Lecco.

Un monumento di cui la cittadinanza si dovrà prendere cura così come ogni giorno ci si deve impegnare per combattere la presenza dell’amianto sul nostro territorio, per far sì che in Italia e nel mondo non si piangano mai più vittime dell’amianto. Accanto, verranno poste tre piantine di Rose EOS (in greco “Aurora”) come simbolo della liberazione del terribile male. La rosa infatti è diventata il simbolo della lotta all’amianto – con le proprie spine pungerà le istituzioni e le coscienze, fin quando non si otterrà giustizia e una cura risolutiva. L’idea di questo tipo di rosa rossa e gialla è di Agostino Giusto in collaborazione con l’associazione Afeva di Casale Monferrato che sarà presente con una delegazione insieme al sindaco di Lecco Virginio Brivio per sancire una sorta di “gemellaggio” tra Lecco e Casale Monferrato per la lotta all’amianto.

A completare il monumento donato dal GAM ci sarà una pietra di serpentino verde e una targa con incisa la seguente frase: ‘In ricordo di tutte le lacrime versate da tutte le vittime dell’Amianto per essere un giorno liberi di respirare Gruppo Aiuto Mesotelioma’

Il GAM con l’aiuto degli studenti del Liceo Artistico sezione Grafica (3 A – 4 A – 5 A) coordinati dal prof Mario Carzaniga e supportati dai prof. Luigi Petralia e Fabrizio Martinelli e dalla grafica Maddalena Taschetti, in collaborazione con il Comune di Lecco, i Musei di Lecco e API di Lecco, invita tutti i cittadini a partecipare alla mostra ‘Liberi di Respirare Amianto Killer’ – a ingresso gratuito – alle 18 nelle sale della Torre Viscontea di Lecco e aperta fino al 16 giugno .

 

Pubblicato in: Sanità, Città Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .