ANTICRIMINE: UN IMPEGNO
LONTANO DAI RIFLETTORI
TRA VIOLENTI E SPACCIATORI

LECCO – Proseguono silenziosamente il lavoro della Divisione Anticrimine e l’attività della Squadra Volanti della questura di Lecco, con particolare attenzione alla prevenzione di episodi criminosi come spaccio e violenza domestica.

Nelle ultime settimane il questore Alfredo D’Agostinoinsediatosi da tre mesi – ha irrogato otto “avvisi orali” ad altrettanti cittadini di età compresa tra i i 20 e i 40 anni, residenti in Alto Lago, nel capoluogo e nei paesi al confine con la Brianza, contestando reati di spaccio di stupefacenti, reati contro la persona e il patrimonio nonché porto abusivo di oggetti atti ad offendere.

Dieci inoltre i “fogli di via obbligatorio” nei confronti di persone in possesso di strumenti da scasso o per reati di resistenza a pubblico ufficiale durante controlli di polizia. Per reati simili, su disposizione del questore, il tribunale di Milano ha prodotto due provvedimenti di “sorveglianza speciale di pubblica sicurezza“.

Infine, tre uomini responsabili di atti persecutori nei confronti delle ex compagne sono stati oggetto di altrettanti “ammonimenti”. Uno in particolare ha richiesto particolare urgenza in considerazione della gravità della situazione: l’uomo si era infatti dimostrato eccessivamente geloso e la pubblicazione sui social di video e immagini nei quali appariva con una pistola – di cui non risultava essere in possesso – ha reso necessaria la perquisizione dell’abitazione. Fortunatamente, sebbene sotto ogni aspetto simile all’originale, l’arma era una semplice scacciacani.

 

 

Pubblicato in: Città, Hinterland, Lago, Nera Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati