CALCIO: IOCOLANO “PROCURA”
E IL LECCO CE LA FA
A SUPERARE IL LIVORNO

LECCO – Un autogol di Stancampiano originato dall’azione offensiva del “solito” Iocolano regala tre punti al Lecco nel match interno dell’anticipo del sabato al Rigamonti-Ceppi.

Il Lecco c’è e lo dimostra al Rigamonti-Ceppi contro il Livorno in una partita dove la differenza minima nel risultato non racconta al meglio quanto è stato creato in campo. Il gol, il doppio palo di Iocolano, le occasioni di Capogna, il tiro di Marotta sono solo alcune delle azioni create dai blucelesti. Dall’altra parte una squadra viva e aggressiva come il Livorno che, nonostante le difficoltà economiche e la rosa ristretta, prova a costruire calcio, ma senza mai impensierire più di tanto Pissardo.

Un match vero, intenso e combattuto come quello dell’andata, dove il Lecco ha la meglio grazie alla fantasia e all’estro di Iocolano che propizia l’autogol e che insieme a Mangni è sempre pericoloso. Nella ripresa bene anche l’esordio di Masini che sulla destra macina chilometri, cross e potenziali occasioni per mandare in rete i propri compagni.

Qualche cambio di formazione nell’undici scelto da mister D’Agostino che in attacco inserisce Mastroianni e Mangni, con Foglia in mezzo al campo e Capoferri sulla sinistra. Dentro anche Marzorati, capitano di giornata. Il Lecco parte forte con Iocolano che recupera un buon pallone servendo la sfera a Mangni, che si fa chiudere al momento del tiro. Il Livorno reagisce con un vispo Haoudi che arriva in un paio di occasioni alla conclusione: una fuori di pochissimo e l’altra smorzata da un tocco difensivo che diventa facile preda per Pissardo. Alla mezz’ora regna l’equilibrio in campo, ma la velocità di Mangni crea qualche fastidio alla retroguardia labronica, che cade solo di fronte a una bellissima conclusione di Iocolano. Il fantasista lecchese colpisce di controbalzo un pallone che sbatte sul palo e rimbalza sulla testa dell’incolpevole portiere livornese. Autogol e vantaggio bluceleste per 1-0. Il Lecco sembra rinvigorito e proprio allo scadere, sempre con Iocolanocolpisce un doppio palo clamoroso con il pallone che viaggia lungo la linea di porta amaranto, prima di essere allontanato. Al the dell’intervallo il parziale è di 1-.

Prima della ripresa ecco l’esordio per Masini che sostituisce Nesta. Cambio anche nel Livorno che inserisce Nunziatini per Gemignani. Mazzarani prova a farsi vedere dopo qualche minuto con una conclusione alta dal limite dell’area e poco dopo il Livorno non capitalizza un bel contropiede imbastito da Piccoli e poi sprecato da Haoudi. Quando riparte il Lecco però fa male e al 70’ il neo-entrato Capogna serve un bellissimo pallone per Iocolano, che di testa spizza e deposita in porta. L’assistente Catani alza la bandierina e l’arbitro Villa annulla la rete del possibile raddoppio. Al 78’ è ancora Lecco: Capogna svetta più in alto di tutti sul calcio d’angolo ben battuta da Foglia, ma la palla si spegne sul fondo. All’82’ Iocolano guida il contropiede bluceleste servendo sulla destra per Masini, che pesca l’incursione di Marotta: stop e tiro centrale, ma che bella azione.

LECCO-LIVORNO 1-0
Primo tempo 1-0

LECCO (3-4-3): Pissardo; Celjak, Marzorati, Cauz; Nesta (Masini dal 46’), Bolzoni, Foglia (Emmausso dall’88’), Capoferri; Iocolano (Moleri dall’88’), Mangni (Marotta dal 73’); Mastroianni (Capogna dal 66’). A disposizione: Bertinato, Lora, Giudici, Malgrati, Merli Sala, Nannini, Raggio. Allenatore: Gaetano D’Agostino.

LIVORNO (3-5-2): Stancampiano, Marie Sainte, Sosa, Mazzarani, Piccoli (Caia dall’86’), Parisi, Haoudi, Bussaglia (Pallecchi dal 76’), Canessa, Evan’s (Fremura dal 77’), Gemignani (Nunziatini dal 46’). A disposizione: Mattysiak, Deverlan, Pecchia. Allenatore: Alessandro Dal Canto.

Ammoniti: Masini per il Lecco; Piccoli, Haoudi per il Livorno
Espulsi: Nessuno
Arbitro: William Villa (Rimini)

 

Pubblicato in: Calcio, Città, Sport Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .