CALCIO: LECCO DA 3° POSTO,
SI PREPARA A UNA LUCCHESE
CON LA BAVA ALLA BOCCA

LECCO – La Lucchese se vuole mantenere vive le speranze di salvezza deve assolutamente vincere e ottenere tre punti contro un Lecco che, da parte sua, può ancora ambire alla terza posizione finale.

Il turno infrasettimanale contro la Pro Vercelli ha sicuramente tolto ai blucelesti energie e cinque giocatori che sono caduti nella squalifica per somma di ammonizioni, ma ha anche dato una scossa a tutto lo spogliatoio. Al Porta Elisa di Lucca sarà partita vera, perché il pareggio è un risultato che non accontenta nessuna delle due squadre.

Mister D’Agostino, una trasferta complicata perché la Lucchese ha assolutamente bisogno di fare punti e al Lecco mancano cinque giocatori.
Sarà una partita tosta perché loro devono per forza vincere e a noi servono punti per scalare la classifica. Io credo che la Lucchese partirà forte per sbloccarla e cercare di portare la partita a loro favore. Noi dovremo essere bravi e fare una partita agonisticamente forte e giocare con un buon ritmo. Cercheranno di fare una partita maschia e noi dobbiamo farla coraggiosa e lucida: colpire al momento giusto e togliere l’entusiasmo iniziale.

Hai ancora Mastroianni in diffida, farai scelte ulteriori o fai giocare chi hai a prescindere?
Rientreranno Cauz e Doudou e poi quelli che saremo saremo. Credo che i ragazzi daranno il massimo perché devono giocare una partita importante, perché se vinciamo possiamo scavalcare qualcuno. Non dobbiamo aver paura dei contrasti duri e nervosi, ma fare una partita maschia. Al di là dei cinque assenti, qualcosa mi inventerò, soprattutto sulla mediana.

Ci dobbiamo aspettare una mediana a tre o ti inventi una mezzala per via delle numerose assenze?
Sto provando qualcosa di nuovo. L’uomo che secondo me è più adatto come corsa, dinamicità e inserimento è Nannini come mezzala. Sa fare il terzino, il quinto e lo sto provando più interno e credo sia lui la persona ideale. Può coprire Azzi sulla fascia e mi aspetto da Lora e Masini una partita di equilibrio.

Avrai tanti giovani in campo, come nell’ultimo periodo. Possono soffrire l’approccio della Lucchese che partirà forte?
Nesta, Capoferri, lo stesso Masini sono i giovani che hanno giocato di più e non ho particolari problemi nel schierarli. Domani devono giocare con tranquillità e i giovani sono ragazzi con gamba che possono approfittare degli spazi che ci concederà la Lucchese. Il giovane se vuole diventare giocatore deve fare questo tipo di partite in un momento particolare. È qui che si vede il carattere, la grinta e la personalità che sono fattori determinanti per la carriera.

La Lucchese è attesa con un 4-4-2, un modulo che si batte andando negli spazi. Hanno in attacco Bianchi, un giovane prospetto molto interessante, sarà l’uomo più pericoloso?
È un giocatore di grandi prospettive, che a me piace molto. Credo che il prossimo anno andrà o in una squadra di Serie B o farà un campionato di alto livello in Serie C. gioca molto spensierato, è sicuro i sé, vede la porta… dovremo stare attenti. Questo dimostra che la carta d’identità non conta molto e dovremo stare molto attenti in marcatura su di lui.

Le gare delle squadre disperate sono intensissime la prima mezz’ora. Se non succede niente, qualcosa inizia ad affievolirsi.
La Lucchese partirà forte per delineare la partita e dovremo essere bravi a rispondere colpo su colpo. Loro ci rispettano e ci temono, ma è una partita che non può finire con un pareggio ed è normale che dopo la prima mezz’ora se non succede niente noi dovremo essere squadra corta e compatta per trovare gli spazi. Mi immagino questo tipo di partita, dove giocando semplice potremo vincere la partita. Chiaro che se dovessero passare in vantaggio, poi si complica tutto perché altro che pullman poi.

Probabile difesa a 3?
A parte due partite abbiamo sempre giocato a 3 quindi schiererò verosimilmente 3-5-2 modulandolo in fase di possesso e attaccarli sul loro lato debole. L’obiettivo è quello di attrarli per poi portarli dall’altra parte.

Potrebbe esserci spazio per Malinverno?
Abbiamo scelto Malinverno dalla Primavera per merito. Avrei voluto chiamarlo già prima come con Nuzzo e Ronci e Bonadeo, ma non è giusto nei confronti della Primavera “portare via” troppi giocatori. A seconda di come andrà la partita, mi piacerebbe farlo esordire. Domani ci vuole gente muscolare e Malinverno è più un playmaker che si sta adattando a mezzala, sicuramente non sfigurerebbe, ma è una partita dove altri giovani devono essere protagonisti.

Celjak è difensore o centrocampista?
Può fare tutte e due, viene da due gol di fila. Per come è lui di carattere può fare anche il trequartista senza problemi. Domani giocherà da braccetto perché viene da due partite ravvicinate in cui ha corso più di 12 chilometri di media. Rientrando Malgrati, molto probabilmente giocheranno Cauz e Celjak, due giocatori con gamba che mi permette di schierare una difesa che mi lascia tranquillo.

Moleri è recuperato?
Sì e no… spero di portarlo.

 

La probabile formazione (4-4-2): Borsellini; Celjak, Cauz, Malgrati; Capoferri, Masini, Lora, Moleri, Azzi; Iocolano, Mastroianni.

 

Pubblicato in: Calcio, Città, Sport Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .