CAVA DI CHIUSO, IL SINDACO:
“NOI CONTRARI NON PER FINTA”

LECCO – “La Provincia può superare il parere negativo del Comune, ma la posizione unanime del consiglio comunale non era una finta dunque ricorreremo al tribunale amministrativo per rivedere la decisione di Villa Locatelli”. Così il sindaco di Lecco Virginio Brivio spiega lo scontro istituzionale attorno alla ex cava di Chiuso.

“Non abbiamo nulla contro la Pozzi Strade – aggiunge il primo cittadino – ma dobbiamo prendere atto che la conferenza dei servizi e la Provincia hanno preso atto in maniera sommaria dei disagi che quel rione già sta vivendo (il cantiere della Lecco-Bergamo, ndr) e nemmeno hanno considerato l’esistenza di una alternativa che tenesse conto della prosecuzione dell’attività in un contesto diverso e più chiaro di quell’area già vicina al centro storico del rione”.

Ecco il video con le parole di Brivio:

 

LEGGI ANCHE

CHIUSO/DEPOSITO ALL’EX CAVA, IL COMUNE RICORRE AL TAR CONTRO L’OK DI VILLA LOCATELLI

 

 

Pubblicato in: politica, Ambiente, Città Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati