CENTAURO MORTO IN INCIDENTE,
ARCHIVIATA LA POSIZIONE
DELL’AUTOMOBILISTA LECCHESE

LECCO – Prosciolto in tribunale a Lecco A. C., l’automobilista lecchese di 45 anni, la cui vetturas, una Kia, si era scontrata sulla nuova Lecco-Ballabio con la moto del 29enne di Mandello Enrico Centali, il quale nell’incidente purtroppo perse la vita.

I fatti avvennero il 13 giugno del 2021, all’uscita della galleria “Valsassina”. Secondo la ricostruzione della Procura (fascicolo allora nelle mani dell’apprezzato magistrato, che è stato  solo “di passaggio” in corso Promessi Sposi,  Cuno Tarfusser), la posizione dell’automobilista doveva essere archiviata non ravvisandosi profili di responsabilità penale da parte del 45enne. Il centauro vittima dell’incidente avrebbe impattato l’auto mentre era in sorpasso. Tornava con la sua Yamaha dalle montagne valsassinesi dove aveva fatto una gita. Come detto era di Mandello del Lario e aveva studiato a Lecco, al ‘Fiocchi’.

Il GUP – Giudice dell’Udienza Preliminare Salvatore Catalano ha “sposato” la tesi della Procura della Repubblica archiviando il caso. Rimane invece aperta la posizione di un amico dello sfortunato motociclista, sempre mandellese classe 1992, che non si sarebbe fermato a soccorrere Centali. Possibile dunque per il giovane l’imputazione per omissione di soccorso.

RedGiu

Pubblicato in: Città, Cronaca, Giovani, Lago Tags: 

Condividi questo articolo

Ultimi articoli pubblicati

GixSoft88 Rev. 022022 .