CONFINDUSTRIA E ATS
PER LA SALUTE NELLE AZIENDE

LECCO – Lo scorso 12 ottobre si è tenuto in videoconferenza l’incontro Connessioni e condivisioni di buone pratiche per la salute in azienda, organizzato da Confindustria Lecco e Sondrio con Ats Brianza e Ats Montagna per ragionare sui nuovi strumenti per promuovere la salute all’interno dei luoghi di lavoro. Hanno partecipato il direttore sanitario di Ats Brianza, Emerico Maurizio Panciroli, il direttore sanitario di Ats Montagna, Maria Elena Pirola e Andrea Barison, responsabile Ambiente e Sicurezza di Confindustria Lecco e Sondrio, oltre agli esperti delle due Ats.

“Come Agenzia di Tutela della Salute – ha detto il direttore sanitario di Ats Brianza, Emerico Maurizio Panciroli – puntiamo in modo forte sul tema della promozione della salute, in particolare attraverso lo sviluppo di buone pratiche nelle aziende del territorio. Il progetto trova terreno fertile con una rete consolidata, grazie soprattutto alla collaborazione con associazioni di categoria, in primis Confindustria, e conta già un centinaio di aziende, ma l’obiettivo è aumentarne sempre più il numero. Il cardine del progetto è presidiare i fattori di rischio relativi alle malattie cronico-degenerative, cioè far sì che le aziende promuovano all’interno comportamenti orientati al benessere psico-fisico e alla tutela della salute, in armonia con il concetto di prevenzione primaria attraverso l’adozione di stili di vita adeguati. Ciò crea un altro importante risultato, poiché i lavoratori poi trasferiscono il messaggio di salute anche fuori, in famiglia e nelle altre relazioni. La nostra Ats continuerà a portare avanti attività di promozione della salute dei lavoratori, non solo verso i portatori di interesse esterni, ma in prima persona come azienda, quindi anche al proprio interno. Un ringraziamento, infine, doveroso e forte agli organizzatori di questo evento e ai relatori che ci presenteranno interessanti esperienze e discuteranno alcuni aspetti metodologici nell’area tematica specifica”.

“Sono davvero soddisfatta di avviare i lavori del webinar organizzato da Confindustria Lecco Sondrio e rivolto al mondo imprenditoriale per far conoscere le opportunità del Programma Luoghi di Lavoro che Promuovono Salute – Rete Whp Lombardia – ha evidenziato il direttore sanitario di Ats Montagna, Maria Elena Pirola -. Soddisfatta perché l’evento di oggi testimonia che un modello avviato sperimentalmente da alcune Asl Lombarde nel 2011, prima fra tutte Bergamo, ha messo radici. Il programma infatti è stato messo a sistema da Regione Lombardia nel 2013, è stato successivamente riconosciuto dal Ministero della Salute e realizzato grazie a partenariati con Fondazione Sodalitas e Confindustria Lombardia: non a caso a oggi sono circa 600 le aziende aderenti al percorso regionale; in Ats della Montagna oltre 40. Non solo: il programma, che ha come obiettivo prioritario promuovere cambiamenti organizzativi dei luoghi di lavoro per renderli ambienti favorevoli alla adozione consapevole di stili di vita sani, si fonda su un modello promosso dall’Oms ed è stato riconosciuto tra le migliori buone pratiche europee dalla Joint Action ‘Crodis’. Tutto ciò si traduce in interventi semplici e concreti come per esempio: l’offerta di snack salutari nei distributori di alimenti, la promozione di mobilità sostenibile rivolte ai dipendenti, l’offerta di percorsi di disassuefazione da fumo o di contrasto a gioco d’azzardo patologico, l’attivazione di percorsi di conciliazione tempo lavoro. Il programma è attivato e coordinato localmente dalle Agenzie di Tutela della Salute, che forniscono alle aziende un orientamento metodologico e organizzativo. Le aziende che partecipano si impegnano di fatto, a costruire, attraverso un processo partecipativo ed una ottica di responsabilità sociale, un contesto lavorativo favorevole a scelte positive per la salute. Grazie dunque a tutti e ci auguriamo di costruire collaborazioni positive con tutti voi”.

“Ringraziamo in modo particolare Ats Brianza e Ats Montagna per la disponibilità a questo incontro che ha trattato alcuni aspetti molto rilevanti per le nostre associate – evidenzia a margine dell’incontro il direttore generale di Confindustria Lecco e Sondrio, Giulio Sirtori –. La salute e il benessere dei lavoratori sono infatti aspetti prioritari per la vita delle imprese, anche come fattore di sostenibilità”.

 

Pubblicato in: Associazioni, Città, Economia, Hinterland, lavoro, Sanità Tags: 

Condividi questo articolo

Ultimi articoli pubblicati