OKTOBERFEST BALLABIO 21

CONFLITTI FAMILIARI: A LECCO
È ATTIVO LO SPORTELLO
ANCHE CON LA PANDEMIA

LECCO – Grazie alla sottoscrizione del nuovo protocollo d’intesa fra il Comune e l’associazione Epeira – incontrare il conflitto APS, prosegue anche nel 2021 il servizio di orientamento gratuito sulla mediazione familiare.

Lo sportello offre informazioni precise su cosa sia e come funzioni la mediazione familiare nel contesto della separazione e del divorzio; rappresenta inoltre un’opportunità di confronto per affrontare situazioni di conflitto in famiglia. Il servizio è rivolto a tutti: singoli, coppie, genitori, famiglie,  adolescenti, adulti e anziani.

Per tutto il periodo di emergenza sanitaria, la consulenza si svolge mediante chiamata telefonica o videochiamata (su piattaforma Zoom) ogni giovedì dalle 9.30 alle 13, previo appuntamento. Per richiedere un appuntamento, è necessario  scrivere una mail a info@epeira.eu o mandare un messaggio via WhatsApp al 346 3220400. Al  superamento delle restrizioni in vigore per il contrasto al contagio, ripartirà la consulenza in presenza nella sede comunale, secondo il calendario predisposto con appuntamenti quindicinali.

Lo sportello è tenuto da operatori mediatori familiari dell’associazione di promozione sociale Epeira, professionisti associati in A.I.Me.F. (Associazione Italiana Mediatori Familiari) o in altre associazioni nazionali iscritte al Ministero dello sviluppo economico (ex legge 4/2013).

“Il conflitto – spiega l’assessore alla Famiglia del Comune di Lecco Alessandra Durante – se correttamente gestito, rappresenta un’opportunità di crescita perché mette in discussione una situazione che crea disagio, seppur in maniera inconscia. Rielaborandola correttamente, ognuno di noi ha la possibilità di risolvere una condizione che genera insoddisfazione a vantaggio di una condizione ottimale”.

“Purtroppo, spesso, il conflitto si esaurisce esclusivamente nella dimensione aggressiva che, soprattutto in questa condizione di restrizioni e limiti, crea situazioni esplosive, in particolare dentro le mura domestiche. Lo sportello rappresenta un primo punto di contatto per guidare i cittadini che vivono situazioni di tensione verso un percorso costruttivo di crescita e risoluzione di un disagio. Per questo, come Amministrazione comunale, rispondendo a una crescente richiesta, abbiamo voluto confermare e rafforzare l’attività dello sportello di mediazione familiare e gestione del conflitto con il quale organizzeremo anche corsi e incontri di approfondimento aperti alla cittadinanza”.

 

Pubblicato in: politica, Sanità, Città Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .