CONSULTA MUSICALE LECCHESE:
“PASSIONE E COMUNICAZIONE”
PER RIPRENDERE A SUONARE

LECCO – Sarà un settembre importante per la Consulta Musicale di Lecco, che, oltre ad aver continuato a lavorare a pieno regime per tutta l’estate con diversi appuntamenti e molti momenti di direzione artistica per pianificare i prossimi progetti, ha chiuso con grande soddisfazione due eventi che segneranno con particolare rilievo questo 2021.

Il primo appuntamento di settembre è previsto per sabato 11, alle 21, sul palco di Piazza Garibaldi con il concerto “Suona Positivo“. L’evento, coordinato da Elisabetta Frizzi, vedrà come protagonista il Corpo Musicale “Alessandro Manzoni” della Città di Lecco, diretto da Angelo Sormani e delineerà un’importante partnership tra il mondo musicale lecchese e Confindustria.

Il secondo appuntamento, di natura teatro-musicale, prenderà il titolo “Stagioni“, rappresenterà a Lecco il memoriale del centenario dalla nascita dello scrittore alpino Mario Rigoni Stern e vedrà protagonisti il Coro Grigna dell’A.N.A. di Lecco, diretto dal Riccardo Invernizzi, gli allievi della Nuova Scuola Musicale Todeschini, diretti da Mara Todeschini e lo storico cervese Pierre Bonaretti. L’appuntamento è previsto nell’Auditorium di Via Tonale, per sabato 25 alle 21.

Entrambe le serate richiedono la prenotazione obbligatoria dei posti ai link indicati di Eventbrite e l’accesso sarà vincolato dal possesso del Green-pass (vaccino o tampone valido).

“La volontà di fare rete è ormai consolidata ed alla base del nuovo metodo di lavoro – ribadisce il presidente della Consulta Michele Casadio -, a settembre infatti continueremo a pianificare i progetti con standard qualitativi sempre più elevati e cercheremo di motivare i nostri gruppi associati il più possibile per riprendere le attività associative a pieno regime, strutturando progetti nuovi, entusiasmanti, legati al territorio e che portino alla città il giusto umore e messaggi culturali importanti”.

“La Consulta Musicale, già da mesi, supporta con convinzione le idee dei gruppi e la loro volontà di lavorare insieme, nella collaborazione più ampia e in una dimensione che avvalora il grande messaggio del fare musica per “passione“. È importante che non venga mai meno la comunicazione tra i gruppi e tra la Consulta e gli enti del territorio. Inoltre, sarà necessario aprire un dialogo con le parrocchie di Lecco che siano nelle condizioni di poter offrire spazi idonei per i concerti al chiuso, anche in previsione dell’inverno, e con i privati cittadini che siano intenzionati a supportare sotto qualsiasi punto di vista la comunità musicale della città. Abbiamo bisogno di tutti – conclude il presidente -, perché la Consulta Musicale sia prima di tutto un bene per la città, il territorio e identifichi la precisa intenzione di ricostruire legami, eventi, rapporti”.

Pubblicato in: Cultura, Eventi, Turismo, Musica, Città Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .