COVID E CURE DOMICILIARI:
IN PIAZZA CERMENATI
NE DISCUTONO 4 MEDICI

LECCO – Il gruppo ConsapevolMenti, in collaborazione con Comitato liberi cittadini Milano e il supporto dello staff di Soprattutto Liberi di Varese, presenta il 4° appuntamento di “Rinasceremo con le cure“, serie di conferenze a cielo aperto in diverse città sulle cure domiciliari anti Covid 19 e sulla prevenzione per capire insieme come mantenere in salute il nostro corpo. L’appuntamento è a Lecco, venerdì 11 giugno alle 17, in piazza Cermenati.

Le cure domiciliari per il Covid-19 sono un argomento poco trattato in tv e sui media nazionali, che ne parlano pochissimo. Lo stesso dicasi per la prevenzione. Dopo un anno e mezzo ci ritroviamo ancora con un protocollo ministeriale per le cure domiciliari totalmente inadeguato: vigile attesa e Tachipirina. Su quali basi scientifiche il ministero continua a scegliere questo percorso di cura? Perché scegliere di rischiare che il virus mini gravemente la salute invece di intervenire subito con una strategia terapeutica ormai collaudata?

I medici di buona volontà hanno dovuto organizzare l’assistenza ai cittadini senza alcun sostegno pubblico né dei media. Un esempio per tutti: il dottor Andrea Mangiagalli. Medico di medicina generale da trent’anni, insieme ad alcuni colleghi ha fondato il gruppo Medici in prima Linea per la cura dei malati Covid a domicilio e la chat Medici in prima Linea avendo capito già dal 27 febbraio 2020 quale fosse la realtà di questa pandemia.

Da quel giorno ormai lontano ben 230 medici si sono scambiati pareri, informazioni sul Covid 19. Hanno cercato sin dal mese di marzo 2020 di trattare a domicilio la maggior parte dei pazienti secondo una modalità di presa in cura precoce ed efficace che ha consentito di ridurre al minimo la necessità di ricoveri. Tuttora molti altri colleghi in tutta Italia stanno cercando di far fronte a questa emergenza con poche risorse ma molta buona volontà, perché credono nel valore del medico di famiglia come primo baluardo efficace nei confronti del Covid-19.

Anche altri come il prof. Stramezzi e il dott. Gulisano hanno curato efficacemente a domicilio molti pazienti Covid. Bisogna diffondere la consapevolezza che il Covid 19 si può curare a casa, intervenendo con cure efficaci e tempestive. Altrimenti si crea il falso assioma: il Covid 19 non è curabile, quindi non resta che vaccinarsi. E questa credenza ingannatrice mina la libertà di scelta dei cittadini.

A fine evento sarà data l’opportunità ai partecipanti di porre domande agli esperti.

 

Pubblicato in: Eventi, Sanità, Covid-19, Città, Hinterland Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .