CREA SCOMPIGLIO ALLA CARITAS:
ARRESTATO DALLA POLIZIA

LECCO – Venerdì  sera le Volanti della Polizia di Stato sono intervenute in via Caldone, nel Rifugio notturno per i senza fissa dimora, struttura della Caritas, dove era stata segnalata una persona aggressiva che stava creando scompiglio.

Giunti sul posto i poliziotti hanno notato una persona particolarmente agitata e dei cassonetti della spazzatura sparpagliati per il cortile; la responsabile della struttura ha riferito che l’uomo non poteva accedere in quanto già il giorno precedente si era presentato ubriaco e fuori orario di ingresso – e con l’ausilio delle forze di Polizia era stato allontanato. La stessa responsabile ha dichiarato che poco prima, una volta negatogli l’ingresso nella struttura, il soggetto era andato su tutte le furie aggredendo fisicamente uno dei volontari nel cercare di entrare e a quel punto hanno dovuto richiedere nuovamente l’intervento della Polizia.

Mentre gli agenti lo accompagnavano verso l’uscita l’uomo, giunto all’altezza del cancello, “all’improvviso, senza un apparente motivo, dava dapprima un calcio alla gamba destra di un agente e successivamente ne spintonava un altro facendolo urtare contro il cancello dell’ingresso”. Ne è nata una colluttazione e E.M.Y., 48enne marocchino è stato quindi immobilizzato e accompagnato agli uffici della Questura, “dove manteneva inalterata la sua condotta aggressiva, minacciando gli agenti e spaccando anche una bacheca affissa al muro”.

L’uomo, regolare sul territorio nazionale, è stato infine tratto in arresto per i reati di resistenza a Pubblico Ufficiale, lesioni e danneggiamento aggravato.

Nella mattinata di oggi al Tribunale di Lecco ha avuto luogo il rito direttissimo, nel quale l’arresto è stato convalidato ed è stata applicata la misura della custodia cautelare in carcere in attesa di giudizio.

Pubblicato in: Città, Nera Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .