DALLA CALABRIA A MALGRATE,
TRUFFATORE ONLINE IN AULA,
PARLANO LE VITTIME DEI RAGGIRI

LECCO – N. F. L., 51enne di Vibo Valentia in Calabria “trapiantato” a Malgrate è comparso in tribunale a Lecco per rispondere dell’accusa di una serie di truffe on line utilizzando il noto sito subito.it (estraneo ai fatti) per vendere auto di lusso.

Una volta ricevuti gli acconti però l’uomo sarebbe “svanito” lasciando con un palmo di naso gli ignari raggirati – che avevano pagato utilizzando servizi come Postepay.

In aula martedì sono stati ascoltati alcune delle persone truffate, compreso un cittadino extracomunitario oggi residente a Parigi che aveva pagato duemila euro senza poi riuscire ad acquistare una Audi A3 e una coppia arrivata da Rieti a Lecco per rendere la propria testimonianza.

Il processo al 51enne è stato quindi aggiornato in vista della sentenza che verrà emesso dal giudice monocratico Martina Beggio (Pubblico Ministero Caterina Scarselli).

RedGiu

Pubblicato in: Città, Cronaca, Dal mondo, Economia, Malgrate, tecnologia Tags: 

Condividi questo articolo

Ultimi articoli pubblicati