DECRETO SOSTEGNI SCUOLE,
PROTESTANO LE PARITARIE:
“NOI ANCORA DISCRIMINATI”

LECCO – Le associazioni di gestori e genitori delle scuole paritarie, riunite nell’Agorà della Parità (AGeSC, CdO Opere Educative, Cnos scuola, Cofs scuola, Faes, Fidae, Fism, fondazione gesuiti educazione), protestano contro i 300mila euro stanziati per la scuola pubblica dal Decreto Sostegni perché proprio le paritarie risultano escluse dai finanziamenti.

“Dobbiamo purtroppo sottolineare come vengano nuovamente discriminati gli studenti e le famiglie delle scuole paritarie, che non sono state inserite tra le beneficiarie dei fondi. Tutti gli studenti d’Italia, e le loro famiglie, fanno parte del sistema nazionale d’istruzione e si trovano ad affrontare gli stessi problemi di fronte alla pandemia: ci aspettiamo dunque che il parlamento corregga il testo e lo emendi prima che diventi legge”.

La nota è stata firmata da: Giancarlo Frare, presidente nazionale AGeSC; Massimiliano Tonarini, presidente nazionale CdO Opere Educative; Pietro Mellano, presidente nazionale Cnos Scuola; Marilisa Miotti, presidente nazionale Cofs scuola; Giovanni Sanfilippo, delegato nazionale per le relazioni istituzionali Faes; Virginia Kaladich, presidente nazionale Fidae; Luigi Morgano, segretario nazionale Fism; Vitangelo Denora, delegato fondazione gesuiti educazione.

 

Pubblicato in: Cultura, Religioni, politica, Covid-19, Scuola, Città Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .