DOPO LE ELEZIONI/5STELLE
FUMAGALLI: “ESSERE FUORI
È UNA GRANDE SCONFITTA”

LECCO – ”Ovviamente ci aspettavamo un risultato diverso, di 4/6 punti maggiore di quello che abbiamo avuto. È un peccato perché il nostro messaggio non è stato capito”. Con queste parole Silvio Fumagalli, candidato sindaco per il M5S, commenta i risultati delle Amministrative 2020. La soglia del 4% necessaria per entrare nel consiglio comunale, non raggiunta a causa della mancanza di soli 22 voti alla lista, è stato motivo di grande delusione.

Nella sede storica del Roots Club il gruppo si è ritrovato per riflettere e fare le valutazioni necessarie ora che è previsto il ballottaggio che, il 4 e il 5 ottobre, deciderà chi tra Gattinoni e Ciresa diventerà sindaco della città di Lecco.

Nelle considerazioni viene sottolineato il peso di “avere un occhio nel Consiglio”, ma allo stesso tempo fermo e deciso si mostra Massimo Riva, che evidenzia: “Noi non diamo indicazioni perché il voto è del cittadino”. L’unica possibilità contemplata sembra un apparentamento con Gattinoni, nel solo caso in cui quest’ultimo chiami. Sicuro è comunque che il primo passo non sarà compiuto dal M5S.

Tutti i componenti del gruppo rimangono però preoccupati riguardo ai temi cardine del partito, quali l’ambiente e la mobilità, che viene assicurato non verranno certo abbandonati.

C. A.

Pubblicato in: Elezioni, politica, Città Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati