DUE RICONOSCIMENTI AL BADONI:
ELISA E ANDREA SI DISTINGUONO
IN CHIMICA E PROGRAMMAZIONE

LECCO – Nell’era della ‘scuola digitale’ l’istituto Badoni di Lecco non frena le sue iniziative, ottenendo risultati particolarmente rilevanti in diversi ambiti. È questo il caso di Elisa e Andrea, che si sono contraddistinti rispettivamente in chimica e informatica.

Elisa Pomi ha vinto la fase regionale dei Giochi della Chimica, evento a cui il Badoni partecipa da diversi anni. Tali giochi si strutturano in una fase regionale, a cui prendono parte gli studenti delle scuole medie superiori, seguita da una fase nazionale, dove si ‘sfidano’ gli alunni che si sono contraddistinti. La sfida regionale è suddivisa in tre categorie: classe A per gli studenti dei bienni superiori, classe B per i trienni licei, classe C per i trienni ITI per Chimica.

Nelle prove lombarde che si sono tenute sabato 16 maggio, ovviamente a distanza, due studenti dell’Istituto hanno ottenuto ottimi risultati: Elisa Pomi della 2ªB informatica, seguita in chimica dalla professoressa Arrigoni, ha vinto la fase regionale della classe A, mentre Figini Alessio di 2ªB elettrotecnica è arrivato settimo.

Non è ancora chiaro come si svolgeranno le prove nazionali alle quali Elisa sarà invitata a partecipare, mentre le premiazioni dei giochi regionali si terranno, presumibilmente, come gli scorsi anni, a fine settembre 2020, quando verranno riconosciuti i meriti dei dieci studenti migliori di ogni classe di concorso.

Un altro riconoscimento importante per il Badoni arriva invece da Andrea Viganò, il cui progetto informatico ‘ACE’ è stato pubblicato da PyPI. Il sito Python Package Index (PyPI) è il principale archivio di pacchetti per il linguaggio di programmazione Python; dunque una piattaforma molto importante per chi si dedica alla programmazione.

Quello di Andrea, studente della 4ªA del Liceo delle Scienze e Tecnologie Applicate, è un progetto particolare, che unisce informatica e matematica in un unico ambiente.

Gli abbiamo chiesto di parlarci di lui e di questa sua passione:
Ho 17 anni, sono uno studente liceale del quarto anno del Liceo scientifico delle Scienze applicate presso l’IIS Badoni di Lecco e nuotatore agonista nonché aspirante software developer. Fin da piccolo ho nutrito grande interesse per le discipline scientifiche. Da un anno circa ho orientato la mia attenzione al mondo dell’informatica e della programmazione, nel quale le mie conoscenze tecniche e la mia creatività hanno trovato terreno fertile.
Il Progetto Ace è nato all’inizio del 2019 come un semplice progetto di informatica a scuola; il primo risultato è stata un’applicazione capace di risolvere equazioni e disequazioni matematiche anche piuttosto complesse, seppur con una serie di limitazioni. Il potenziale che esprimeva questo semplice programma e la mia passione per la materia mi hanno motivato a sviluppare ulteriormente il progetto. Il frutto dei successivi 15 mesi, tra analisi, aggiornamenti e modifiche, è un “ambiente di calcolo algebrico”, che in inglese suona Algebraic Calculation Environment , cioè ACE”.

Ace è dunque il risultato di un lavoro tenace e ora costituisce una base d’appoggio a disposizione di tutti i programmatori, grazie alla quale è possibile estendere le potenzialità di un linguaggio di programmazione convenzionale nel campo delle funzioni polinomiali, dei numeri reali e dell’algebra in senso lato.

Il pacchetto è visibile a questo link da dove è possibile installarlo e avere una serie di informazioni, tra le quali una documentazione scritta in inglese da Andrea, relativa al pacchetto stesso e alle modalità d’utilizzo.

Pubblicato in: Cultura, Giovani, Città Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati