EVENTI/LE PROPOSTE DEL 2021
NEI MUSEI DI LECCO.
TANTO SPAZIO AL TERRITORIO

LECCO – Un calendario 2021 ricco di proposte, che troveranno spazio nelle sale espositive dei poli museali cittadini di Palazzo delle Paure (piano terra, primo piano e fototeca) e della Torre Viscontea. Un cartellone variegato, costruito in sinergia con numerose realtà proponenti del territorio e non solo, che si distingue sia per apprezzati elementi di continuità, sia per le nuove proposte in grado di abbracciare gusti e orientamenti differenti.

Prosegue la collaborazione con ViDi e l’allestimento di esposizioni in grado di richiamare a Lecco visitatori da fuori provincia grazie alla Scapigliatura (fino ad aprile) e alla Mostra sull’800 lombardo (da luglio) oltre che con l’Associazione Culturale Madonna del Rosario per quella che sarà la terza edizione di “Un Capolavoro per Lecco” dopo l’edizione d’esordio dello scorso anno e quella in corso attualmente “Lotto. L’inquietudine della realtà”.

Sempre al Palazzo delle Paure sarà riproposta l’attesa Mostra di presepi e diorami dell’Associazione Italiana Amici del Presepio – sede di Lecco e, alla Torre Viscontea, le mostre collegate con le rassegne Monti Sorgenti promossa dal Cai sezione di Lecco (aprile e maggio) e con Immagimondo promossa da Les Cultures (settembre).

Proseguiranno anche le esposizioni fotografiche al piano dedicato alla fototeca di Palazzo delle Paure con “Il fiume Adda d’immagine in immagine. Tra tempo e luce” e “Mostra della donazione di Fotografie di Luigi Erba”. Completano la programmazione al Palazzo delle Paure “Il Filo Rosso” (ad ottobre e novembre al piano terra) e la “Presentazione delle opere di Nicolo Tomaini dal 2010 ad oggi” da maggio a luglio al primo piano.

Alla Torre Viscontea avremo a maggio e giugno la mostra “Lecco in acquarello” promossa dal liceo artistico Medardo Rosso di Lecco, a luglio “Finestre sul Mediterraneo. Tele e sculture di Pino Deodato” promossa dal Coe di Barzio, a ottobre “I Passaporti dei Promessi Sposi. Passaporti dei residenti sul ramo del lago di Como che volge a mezzogiorno” di Naima srl, Paolo Vallara, a novembre “Ritornare alle origini. Ritornare a Lecco” con l’associazione Mauro Benatti di Airuno e da dicembre “Di roccia e di acciaio” di Albo Giacomo di Lecco.

“A fronte del periodo difficile che stiamo attraversando, abbiamo approntato la programmazione culturale delle mostre per il 2021 con un’attenzione particolare proprio a questo momento delicato, evitando proposte troppo a ridosso del mese di gennaio, ma dando comunque spazio alle tante realtà che in questi mesi hanno continuato a lavorare e collaborare, senza arrendersi di fronte alle difficoltà, che si trovano sotto gli occhi di tutti” commentano il sindaco di Lecco Mauro Gattinoni e l’assessore alla Cultura Simona Piazza.

 

Pubblicato in: Cultura, Eventi, Città Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .