GARA DI ELETTRONICA,
AL BADONI 17 STUDENTI
PER LA FASE NAZIONALE

LECCO – Per due giorni, mercoledì giovedì, all’Istituto Badoni la Gara di Elettronica, competizione di livello nazionale che la scuola ha il piacere di ospitare in qualità di vincitrice dell’edizione dello scorso anno; la gara coinvolge 18 studenti, 17 ragazzi e una ragazza, delle classi IV dell’articolazione Elettronica provenienti dai seguenti Istituti Tecnici: ITI Guglielmo Marconi – Dalmine (BG); ITI Sen.Onofrio Jannuzzi (BT); IIS Einaudi-Scarpa – Montebelluna (TV); IISS Galilei-Sani – Latina; I.T.I.G. Marconi -Verona; IIS F.Tassara-G.Ghislandi – Brescia; I.I.S.S. G. Ferraris – Acireale (CT); IIS Benedetti Castelli – Brescia; ITT G. e M. Montani – Fermo; IS Enrico Fermi – Mantova; I.T.Giulio Cesare Falco – Capua (CE); IISS Ettore Majorana – Seriate (BG); I.I.S.Volterra-Elia – Ancona; IIS Gastaldi – Abba (Genova); ITIS Enrico Matte – Urbino; I.T.I.S.P. Paleocapa – Bergamo; IS Galilei – Conegliano; ITIS Enrico Fermi – Roma. Una rosa di partecipanti che vede veramente rappresentato tutto il nostro Paese, segno della grande risonanza e notorietà dell’evento, accanto alla soddisfazione di averlo portato a Lecco.

Il merito di questo è da riconoscere all’Istituto, ai suoi docenti e a Dario Valtolina, oggi alunno della V Baec articolazione Elettronica dell’Istituto Badoni, e vincitore dell’ultima edizione, che gli ha valso una borsa di studio.

L’Istituto Badoni non si occupa solo di ospitare la gara, ma di organizzarla, di preparare la prova e di correggerla, passaggi, questi ultimi due, che vedono impegnati in prima linea i professori Sergio Chillè e Giuseppe Spataro, i protagonisti e il cuore pulsante di questa importante competizione. La prova prevede per il primo giorno la stesura di un Progetto e per il secondo la realizzazione dello stesso, tramite un prototipo, il tutto coordinato dall’assistenza dei due docenti, che si occuperanno anche della correzione, e dalla supervisione della Dirigente dell’Istituto Luisa Zuccoli. Il vincitore sarà nominato nel Libro delle Eccellenze del Miur, inoltre alla serata di premiazione dell’11 maggio il Presidente dell’Ordine dei Periti ha premiato con una borsa di studio e una targa commemorativa il vincitore dello scorso anno, Dario Valtolina.

Parallelamente a questa organizzazione si inserisce l’attività che vede come protagonisti i 18 docenti accompagnatori dei ragazzi, impegnati il giorno 11 in un corso di Formazione presso la STMicroelectronics di Agrate Brianza, un’azienda che da tempo collabora con il Badoni nell’ambito dell’industria, e il giorno successivo in una visita alle bellezze del nostro territorio, con tappa a Bellagio, la perla del nostro lago, e poi a Varenna.

Il valore aggiunto deve cercarsi non solo nel lustro che viene dato all’Istituto e alla città, ma anche alla sinergia che si è innescata, infatti l’attività di accoglienza e di ristoro vede coinvolto anche l’Istituto Fumagalli di Casatenovo che collabora nella realizzazione dei catering necessari. Questo evento deve essere letto come il simbolo della ripartenza a pieno titolo della scuola e del suo desiderio si inserirsi nel tessuto sociale e lavorativo del nostro territorio, dopo la pausa forzata a causa dell’emergenza sanitaria nazionale. A testimonianza dell’eccellenza dell’indirizzo di Elettronica al Badoni, vi è il grande numero di ragazzi che sono richiesti dalle aziende della nostra provincia e che spesso non sono soddisfatte nelle loro necessità, perché troppo numerose in rapporto ai diplomati dell’Istituto Badoni.

 

Pubblicato in: Città, Giovani, Scuola Tags: 

Condividi questo articolo

Ultimi articoli pubblicati