GIOVANI RICERCATORI CRESCONO
AL POLI DI LECCO “IDEA LEAGUE”
UN CONFRONTO TRA 5 ATENEI

LECCO – Si è appena concluso presso il campus un periodo ricco di attività per i partner di IDEA League, alleanza strategica fra cinque università europee di eccellenza in ambito tecnologico e scientifico: ETH – Zurich, TU – Delft, RWTH Aachen, Chalmers University e Politecnico di Milano.

Un network nato con l’obiettivo di confrontarsi, condividere esperienze, competenze e informazioni con l’ambizione di fare dell’Europa un leader mondiale nella scienza e nella tecnologia mediante la messa a sistema di programmi di collaborazione e di alta formazione per studenti, ricercatori e personale.

I programmi formativi rivolti agli studenti sono tre: Summer School, Challenge Programme e Doctoral School. I primi due trattano tematiche relative alle buone pratiche di conduzione della ricerca scientifica mentre la Doctoral School si concentra di volta in volta su un tema tecnico/scientifico. Ogni anno ciascuna di queste attività si svolge a rotazione presso le università partner e, per il Politecnico di Milano, il campus del Polo di Lecco è ormai riconosciuto come sede ospitante “ufficiale” degli eventi IDEA League.

Quest’anno accademico è iniziato con la Summer School “Ethics in Research” frequentata da 17 studenti che ha focalizzato l’attenzione sulle implicazioni etiche della ricerca scientifica e tecnologica. Il corso ha affrontato temi riguardanti la natura e il valore della ricerca, i principi etici e il ruolo dei comitati etici; particolare enfasi è stata posta sull’importanza del consenso informato nel caso in cui l’attività di ricerca coinvolga direttamente le persone.

Terminata la Summer School è stata la volta del Challenge Programme, un programma extra-curricolare rivolto a studenti interessati a ricoprire ruoli di leadership nel corso della loro carriera e ad approfondire argomenti di tecnologia, società, imprenditorialità e policy making. Guidati da docenti delle università partner e da esperti del settore, i 30 partecipanti hanno lavorato sullo sviluppo delle proprie capacità analitiche e di problem solving. Attraverso il lavoro individuale e di gruppo sono stati stimolati a gestire al meglio le risorse a disposizione e le criticità, al fine di trovare la corretta chiave di lettura del caso proposto e di progettare e presentare la migliore soluzione.

Il circuito di attività si è concluso con la Doctoral School “Advanced Atomic Scale Characterisation”, con il coordinamento scientifico del Dipartimento di Fisica del Politecnico di Milano. Tema della School è stato lo studio delle caratteristiche su scala atomica dei materiali avanzati come approccio fondamentale per migliorarne le proprietà e di conseguenza rendere più efficienti i processi di produzione e ampliare le possibili applicazioni. 18 studenti di dottorato selezionati, provenienti dalle 5 università del network, hanno assistito a una serie di lezioni tenute presso il campus del Polo di Lecco e hanno partecipato ad attività sperimentali nei laboratori di ricerca del Dipartimento di Fisica presso il Campus Leonardo.

 

Pubblicato in: Giovani, tecnologia, Città Tags: , , , , , , , , , , , ,

Condividi questo articolo

Articoli correlati