I MACCHIAIOLI A LECCO:
UN DICEMBRE DI VISITE,
INCONTRI E LABORATORI

LECCO – Sarà visitabile durante le festività e poi fino al 19 gennaio, a Palazzo delle Paure, la mostra interamente dedicata ai Macchiaioli prodotta e realizzata da ViDi – Visit Different in collaborazione con il comune di Lecco ed il sistema museale urbano lecchese. 80 le opere che ripercorrono la “storia di una rivoluzione d’arte”, con le vicende del movimento artistico che ha rivoluzionato la pittura italiana dell’Ottocento attraverso i suoi maggiori esponenti.

Per apprezzare ancora di più i temi e i contenuti della mostra venerdì 27 dicembre alle 15.30 è in programma una visita guidata che sarà condotta dalla curatrice della mostra Simona Bartolena. Partendo dalle opere di Serafino de Tivoli e di Filippo Palizzi, precursori della rivoluzione macchiaiola, la visita si soffermerà sui lavori giovanili di Silvestro Lega, dallo stile ancora purista, per giungere alle espressioni più mature della Macchia, con Telemaco Signorini, Vincenzo Cabianca, Raffaello Sernesi, Odoardo Borrani, Cristiano Banti.

Questi ultimi si allontanano definitivamente dalla tradizionale pittura di paesaggio italiana, ma anche dalla lezione della scuola francese di Barbizon, particolarmente incline a indugiare in tendenze formalmente raffinate e legate al romanticismo. Il loro approccio sarà quindi più asciutto e severo, volto a cogliere impressioni immediate dal vero. Non mancherà un momento di confronto sui dipinti a soggetto risorgimentale, con i soldati di Giovanni Fattori e sull’eredità della pittura dei Macchiaioli. La partecipazione alla visita è su prenotazione (minimo 15 massimo 30 persone) al costo di 20 euro, le prenotazioni si chiuderanno venerdì 20 dicembre.

La mostra sul grande movimento artistico del XIX secolo coinvolgerà anche i più piccoli e le loro famiglie che, domenica 15 dicembre e domenica 12 gennaio dalle 11 alle 12, potranno partecipare a “Esplosioni di Macchie”, le visite guidate ad hoc alla scoperta della pittura con laboratori didattici in cui i piccoli visitatori si divertiranno a rielaborare con la loro creatività alcuni dei paesaggi e delle marine esposti in mostra. Sulle riproduzioni di queste opere i bambini dovranno colorare utilizzando le macchie di colore proprio come facevano i Macchiaioli.

Sul tema dell’evoluzione e dell’eredità della pittura macchiaiola Simona Bartolena incentrerà anche l’ultima conferenza di approfondimento sulla Pittura di Macchia, che si terrà Giovedì 12 dicembre, alle ore 21.00, ad ingresso libero, a Palazzo delle Paure. In questa occasione interverrà anche Barbara Cattaneo, che presenterà l’opera “Soldati in attesa” (1890 circa) di Ruggero Panerai, allievo di Giovanni Fattori, recentemente donata al Sistema Museale Urbano lecchese ed esposta nella Galleria d’Arte Moderna a Villa Manzoni.

La partecipazione alla visita è su prenotazione (massimo 30 partecipanti) con il biglietto della mostra che include le attività didattiche gratuite, l’età consigliata è dai 5 agli 11 anni.

La mostra è visitabile dal martedì al venerdì dalle 9.30 alle 19, il sabato, la domenica e festivi dalle 10 alle 19, chiusa il lunedì. L’ingresso alla mostra costa 10 euro (intero), 8 euro (ridotto: ragazzi dai 14 anni ai 18 anni, over 65, gruppi precostituiti di adulti oltre le 15 persone) e 5 euro (ridotto speciale scuole e bambini dai 6 ai 13 anni).

Ingresso gratuito per i visitatori disabili muniti di certificazione attestante una invalidità superiore al 74%, un accompagnatore visitatore disabile solo in caso di non autosufficienza, giornalisti con tessera in corso di validità, bambini fino ai 5 anni, accompagnatore scolaresche 2 per gruppo, accompagnatore gruppi adulti 1 per gruppo, possessori abbonamenti Musei Lombardia Milano. La biglietteria chiude un’ora prima.

Pubblicato in: Cultura, Giovani, Città Tags: , , , , ,

Condividi questo articolo

Articoli correlati